Il velo è finalmente caduto dal prossimo gioco di Need for Speed ​​e un paio di estratti sono stati aggiunti al trailer, suggerendo che il lavoro di Ghost Games non consiste solo nel urtare e cigolare.

Dopo il reboot di Need for Speed ​​due anni fa, è perfettamente comprensibile che i giocatori fossero un po’ scettici quando si è scoperto che la stessa brigata stava realizzando anche il sequel. La parte del 2015 non è stato un gioco particolarmente brutto, ma non si è distinto dagli altri titoli di auto in quasi nulla, e ha solo aggiunto con una pala che richiedeva una connessione Internet costante.

Inoltre, dimentica rapidamente il riavvio e concentrati sul presente. Già lo scorso anno si era scoperto che stava arrivando il prossimo capitolo della serie, che aveva una lunga storia ed è stato a lungo definito il re dei giochi di corse, ma i primi dettagli sono stati svelati solo pochi mesi fa. Ora, tuttavia, ecco l’annuncio ufficiale, il gioco ha un sottotitolo e, in base alla prima anteprima, ci piacerebbe giocarci ora. Ma per citare un classico: “Si comincia sempre così, e poi arrivano le corse e le urla!”.

Fast & Furious: il videogioco ufficiale

In base all’anteprima, anche questo titolo avrebbe potuto essere scritto alla fine del video, di certo non mi sarei stupito. Secondo la storia, siamo nella Fortune Valley, che è nelle mani di un cartello chiamato The House, quindi controllano tutto e tutti, dai casinò ai poliziotti. Naturalmente, i cattivi non siedono in carica e controllano la città con le leggi, quindi non trarremo nemmeno vantaggio dalla diplomazia. Le auto, invece, lo sono ancora di più.

Ci sono tre personaggi controllabili nella nostra brigata, Tyler, il pilota, Mac, l’uomo di spettacolo e Jess, l’autista, ma la storia sarà principalmente costruita attorno a Tyler, che torna dall’esilio e cerca vendetta, e avrà sicuramente tutto l’aiuto ha bisogno. Con uno dei tre personaggi, completeremo anche vari eventi e gare nella Fortune Valley e nei deserti e nei canyon lontano dal trambusto della città. Ghost Games pone molta enfasi sulla storia, ci saranno tradimento, vendetta e missioni piene di azione, inoltre le scene di transizione non saranno nemmeno live-action, il motore Frostbite le renderà.

Montati verdas

In Need for Speed ​​Payback, puoi scegliere tra un totale di cinque categorie di auto: corsa, derapata, fuoristrada, accelerazione e corridore. Probabilmente ognuno troverà il veicolo per lui, e dobbiamo scegliere con saggezza, perché non importa a quale vertice arriviamo per un dato lavoro. Certo, possiamo ancora personalizzare le nostre auto secondo i nostri gusti, possiamo dare loro un look accattivante, ma sappiamo tutti che ciò che conta davvero sotto il cofano conta davvero. Gli sviluppatori promettono che questa parte del gioco sarà ancora più dettagliata, potremo combinare molti elementi tra loro per rendere il risultato finale ancora più unico.

Tuttavia, non solo saremo in grado di mettere a punto le auto acquistate, perché il gioco avrà anche una nuovissima funzionalità, che non abbiamo visto molto nella storia della serie. Troveremo ramaty verdas abbandonate in vari punti della mappa, che potremo poi rinnovare nel nostro garage e ricavarne dei veri veicoli alimentati da bufali.

Racconta le barzellette della polizia in un momento diverso

Ricordiamo tutti i poliziotti miracolosi Most Wanted del 2005, che erano davanti a noi senza problemi anche a una velocità di 300 km / h? Beh, si spera che non sia così in Payback, ma nemmeno le guardie vigili dell’ordine renderanno il nostro lavoro più facile. Gli sviluppatori promettono inseguimenti entusiasmanti, in cui i poliziotti schiereranno anche elicotteri e SUV Rhino, ben noti dalle parti precedenti, contro di noi se andiamo molto sul loro cervello. Quest’ultimo cita già di più il GTA, speriamo non sia esagerato per questo motivo.

Non solo la nostra classifica conterà durante le gare, ma ci saranno anche ricompense extra per aver guidato con stile o incredibilmente veloce. Inoltre, possiamo affrontare varie sfide che ci offrono nuovi bonus, quindi anche coloro che amano giocare ogni gioco al livello più difficile non si annoieranno. Vale anche la pena ricordare che l’alternanza delle ore del giorno sta tornando e potremmo dover guidare in condizioni ambientali che non ci aspettiamo affatto. Qualunque cosa significhi, sembra eccitante.

Ok, dove firmo?

Mondo vario, aperto, tantissime auto, una storia che si preannuncia interessante e una messa a punto che copre anche i più piccoli dettagli. Certamente suona bene, ma l’attico è pieno di promesse, e in qualche modo il risultato finale non sarà mai il modo in cui lo annunciano i marketer. Bene, non andiamo così avanti e speriamo piuttosto che Ghost Games abbia imparato dai suoi errori, ascoltato le esigenze dei giocatori, e in autunno avremo un titolo degno delle parti più vecchie della serie.

Need for Speed ​​Payback arriverà su PC, PS4 e Xbox One il 10 novembre e EA rivelerà ancora più dettagli durante la conferenza E3, quindi non dovremo aspettare molto più a lungo per avere un quadro più chiaro dal prossimo Necessità di velocità sezione.

Abbiamo ancora qualcosa da dirti, troverai tutte le cose interessanti qui!

  • Sviluppatore: Giochi di fantasmi
  • Editore: Arti elettroniche
  • Piattaforma: PC, PlayStation 4, Xbox One
  • Stile: Gara automobilistica
  • Aspetto: 11/10/2017

Sotto forma di Need for Speed: Payback, che passa inosservato nella serie Deadly Pace, Ghost Games sta cercando di spostare la già nota serie di corse nella direzione dell’usura degli pneumatici.


Categorized in: