Condividere Tweet Condividere Condividere E-mail Commenti

L’assistenza sanitaria è un’industria multimiliardaria e, sotto la guida del CEO Tim Cook, Apple ha aumentato di otto volte i suoi investimenti, spendendo fino a 20 miliardi di dollari all’anno per rivoluzionare l’assistenza sanitaria e posizionarsi come leader. Pensavi che l’Apple Watch fosse un salvavita? Così fa Apple e sarai sorpreso di scoprire come aiuterà l’azienda a sopravvivere e prosperare.

Immergiamoci.

Apple sta entrando nel settore sanitario?

Potrebbe non essere una mossa ovvia per il marchio, ma la decisione di Apple di trasferirsi nel settore sanitario ha molto senso se si guarda alla concorrenza.

Google domina il settore delle auto a guida autonoma, i servizi Web di Amazon alimentano metà di Internet e hanno conquistato il mercato della casa intelligente, quindi Apple ha identificato una nicchia che si lega bene ai suoi prodotti esistenti, ovvero l’Apple Watch.

Come parte della sua strategia, nel 2019, Apple ha collaborato con assicuratori come Aetna e UnitedHealthcare per offrire Apple Watch sovvenzionati a quegli utenti che desiderano acquisire abitudini più sane.

È una situazione vantaggiosa per tutte le parti coinvolte: gli utenti ottengono l’Apple Watch desiderato più economico, Apple raggiunge i suoi obiettivi di spedizione e si spera che, più avanti, gli assicuratori debbano pagare meno pagamenti poiché gli utenti sono complessivamente più sani e più attivi.

Apple Watch sta salvando vite

“Stiamo prendendo ciò che è stato con l’istituzione e autorizzando l’individuo a gestire la propria salute. E siamo solo all’inizio di tutto questo”, disse Il CEO Tim Cook qualche anno fa.

Sin dalla prima generazione, l’Apple Watch ha spinto i limiti di ciò che gli smartwatch potrebbero fare per la salute degli utenti.

Oltre a offrire funzioni regolari come contapassi e GPS, il primo Apple Watch aveva un sensore di frequenza cardiaca integrato. La quarta generazione ha aggiunto una funzione approvata dalla FDA per eseguire ECG (elettrocardiogrammi), il primo dispositivo da banco fare così. Aveva anche il rilevamento delle cadute, quindi gli anziani potevano indossarlo e l’orologio poteva comporre automaticamente un numero di emergenza in caso di caduta. L’Apple Watch di sesta generazione presentato nel 2020 ha aggiunto un’app per l’ossigeno nel sangue, un aggiornamento tempestivo nella crisi COVID-19.

Infine, si dice che l’Apple Watch di ottava generazione includa diversi tracker entusiasmanti. Il monitoraggio della pressione sanguigna è una caratteristica prevista, ma alcuni rapporti affermano che l’Apple Watch 8 avrà anche un tracker del glucosio e un tracker del livello di alcol, quindi potrebbe funzionare come un etilometro indossabile.

Con ogni aggiornamento, il numero di persone aiutate dall’Apple Watch è cresciuto, così come i rapporti sull’Apple Watch che salva vite.

Dai un’occhiata ai casi d’uso di Apple Watch più impressionanti:

  • Apple Watch ora aiuta a studiare i pazienti con protesi articolari
  • Apple Watch ha salvato la vita di quest’uomo
  • Oltre 400K persone si sono iscritte all’Apple Watch Heart Study
  • Apple Watch salva letteralmente la vita di un uomo… Ancora una volta
  • Apple dona 1000 Apple Watch per studiare i disturbi alimentari
  • Apple Watch può rilevare il diabete con una precisione dell’85%
  • Apple Watch ha il merito di aver salvato la vita di un uomo britannico
  • Apple Watch utilizzato per individuare un mountain biker ferito
  • Apple Watch salva la vita di una madre in Australia
  • L’uomo attribuisce a Apple Watch il merito di avergli salvato la vita
  • Apple Watch salva un’altra vita, questa volta in Norvegia
  • La funzione ECG di Apple Watch è già disponibile a salvare vite

Se leggi tra le righe di questi rapporti, puoi ottenere un accenno alla strategia dei consumatori di Apple e oltre.

Cosa sta facendo Apple nel settore sanitario?

Secondo CNBC, il settore sanitario degli Stati Uniti potrebbe valere fino a 3,5 trilioni di dollari, ma altri punti vendita mettono quel numero molto più alto, quindi gli investimenti di Apple potrebbero sembrare massicci ma stanno semplicemente abbinando questo mercato – e stanno andando oltre l’Apple Watch.

Un rapporto all’inizio di quest’anno ha rivelato che Apple voleva aprire centri medici e persino assumere medici, al fine di offrire agli utenti Apple un abbonamento per i servizi di assistenza di persona, ma non sta andando così bene.

“Il nuovo servizio di assistenza primaria non è decollato, dicono le persone che lo conoscono. Un’app per la salute digitale lanciata in silenzio quest’anno ha faticato a mantenere gli utenti coinvolti, affermano le persone che hanno familiarità con l’app e i documenti visti dal Journal.

Alcuni dipendenti hanno sollevato interrogativi interni sull’integrità dei dati sanitari provenienti dalle cliniche dell’azienda che sono stati utilizzati per supportare lo sviluppo del prodotto”, afferma un nuovo WSJ rapporto su come Apple sta cercando, e talvolta fallendo, di spingersi nel settore sanitario.

Un portavoce di Apple ha confutato questo rapporto, rivendicando è stato costruito su “informazioni imprecise”. Tuttavia, se guardi alle iniziative oltre l’Apple Watch, sembra che Apple stia lottando per penetrare in questo mercato.

A partire dal 2016, secondo quanto riferito, Apple ha acquisito un centro sanitario vicino ad Apple Park e ha assunto il dottor Sumbul Desai della Stanford University per guidare un progetto che ha portato all’app HealthHabit. Testata sui dipendenti Apple, questa app raccoglieva e analizzava i dati degli utenti di Apple Watch, quindi collegava tali utenti ai medici. Il suo lancio all’inizio del 2021 non è riuscito a fare colpo, con alcuni utenti sognando più funzioni.

Considerando le sfide dell’irruzione, per non parlare della distruzione di un settore fortemente regolamentato come quello sanitario, Apple deve muoversi lentamente.

La piattaforma Apple Healthcare

Aiuta se guardi l’Apple Watch come base. È su milioni di polsi e raccoglie trilioni di punti dati. Questa ricchezza di informazioni consente ad Apple di creare più app per il resto della propria gamma di prodotti. Quindi, se guardi la piattaforma Apple Healthcare sul sito Web ufficiale, è chiaro che l’azienda sta pensando grande.

“Le app su iPhone e iPad consentono ai pazienti di conoscere meglio le loro condizioni o trattamenti, i medici di visualizzare i risultati di laboratorio e le immagini radiologiche e gli infermieri di inviare e ricevere comunicazioni sicure o di contribuire a garantire la sicurezza del paziente durante la somministrazione dei farmaci”, dice Apple, sottolineando le capacità hardware dei suoi dispositivi.

Nella sua spinta al marketing, Apple afferma che i suoi dispositivi potrebbero essere utilizzati nell’assistenza clinica, nell’assistenza infermieristica, nell’assistenza domiciliare, nella ricerca medica e nell’esperienza del paziente.

Per i consumatori, i vantaggi sono facili da vedere: comodo accesso alla maggior parte dei loro dati medici e un modo per inviare quei dati preziosi ai medici.

Per gli operatori sanitari e i ricercatori, Apple ha due importanti iniziative progettate per portare più utenti nel suo ecosistema.

Kit per la cura della mela

Si tratta di un framework software open source in cui i medici possono creare piani di trattamento e monitorare i progressi dei pazienti, visualizzare grafici delle tendenze nel tempo e connettersi con i propri pazienti.

Un’app basata su CareKit viene utilizzata da Stanford Children’s Health per monitorare i neonati con difetti cardiaci e aiutare i genitori a monitorare i farmaci.

Un’altra app di Sharp offre assistenza nella preparazione pre-chirurgica e nel recupero post-chirurgico dei malati di cataratta.

Apple ResearchKit

Un altro framework software open source, ResearchKit, consente ai ricercatori di condurre studi medici più velocemente, creando rapidamente app che utilizzano l’hardware avanzato nei dispositivi Apple Watch e iPhone.

I ricercatori possono utilizzare questi sensori per misurare le capacità motorie, i livelli di fitness, la qualità cognitiva e altro ancora. Essendo un’applicazione B2B (business-to-business), è difficile sapere quanti ricercatori stiano effettivamente utilizzando ResearchKit, ma Apple cita alcuni grandi partner.

Sul sito ufficiale, loro elenca le app realizzato da Stanford University, Johns Hopkins Digital, Yale, WebMD e altri.

Ma che dire dei medici? Cosa ne pensano dell’assistenza sanitaria Apple? Al di fuori dei ricercatori e degli appassionati di tecnologia, la maggior parte dei medici ha familiarità con l’ecosistema sanitario di Apple solo attraverso l’Apple Watch, sia che lo utilizzino sia che incontrino i pazienti che ne possiedono uno.

Apple Watch per medici: stanno usando questi dati?

E, sfortunatamente, i medici sono lenti a seguire questa tendenza.

I rapporti che mostrano le capacità salvavita di Apple Watch sono impressionanti, ma solo per i laici.

I medici sono ancora riluttanti a utilizzarlo come strumento per risultati migliori per i pazienti, quindi Apple ha molto lavoro da fare per accelerare l’adozione, principalmente su due fronti.

Uno dei motivi è il carico di lavoro extra che può generare per i medici.

“Mentre alcuni sono ottimisti sul loro potenziale, altri dicono che è molto complicato per loro analizzare queste informazioni generate dai pazienti e attualmente non vengono pagati per il lavoro extra. Molti si rifiutano semplicemente di esaminare i dati dai dispositivi indossabili”, dice un rapporto della CNBC sulle iniziative sanitarie di Apple.

Una fonte citata ha affermato che il suo medico si è rifiutato di analizzare i dati che ha portato, vale a dire l’assunzione di cibo, l’esercizio fisico e l’aumento di peso, sostenendo che erano già sopraffatti da una moltitudine di fonti di informazioni.

In effetti, dal momento che un medico di base ha accesso alle analisi del sangue, ai fogli dei pazienti e altro, è difficile per loro vedere la necessità di aggiungere ulteriori informazioni, in particolare quelle acquisite da un indossabile.

Secondo un altro rapporto, molti medici erano preoccupati “di ricevere più chiamate da pazienti preoccupati che avevano un dispositivo come un Apple Watch”.

Tuttavia, forse il motivo principale per cui non puoi semplicemente ballare nello studio del tuo medico con il tuo Apple Watch è che la tecnologia non è ancora disponibile.

Apple Watch: come dispositivo medico, la tecnologia semplicemente non esiste ancora.

Apple Watch è un dispositivo indossabile di consumo, non un dispositivo medico. Con ogni aggiornamento, l’Apple Watch si avvicina alla classificazione di “dispositivo medico”, ma non ci siamo ancora.

Tieni presente che Apple Watch è approvato dalla FDA, non approvato dalla FDA. Questa è una sottile distinzione che i dipartimenti di marketing vogliono ignorare quando promuovono prodotti, ma che ha enormi implicazioni.

I dispositivi medici sono classificati in tre classi: Classe I, Classe II e Classe III. Per commercializzare legalmente un dispositivo medico di Classe III, il prodotto deve essere sottoposto a un rigoroso processo di revisione e approvazione, dopo il quale può dichiarare di essere stato “Approvato dalla FDA”.

La FDA non concede l’approvazione per i dispositivi di Classe I o Classe II, ma fornisce semplicemente l’autorizzazione, quindi lo vedrai commercializzato come “Autorizzato dalla FDA”. Come dispositivo indossabile, l’Apple Watch rientra nella categoria di Classe II, quindi non può essere approvato dalla FDA.

“I prodotti di Classe I e Classe II sono prodotti a basso rischio, un classico esempio di Classe I è qualcosa come un abbassalingua – ed è molto più facile ottenere l’autorizzazione che l’approvazione”, ha spiegato un professionista in un The Verge rapporto su questo argomento.

In particolare, per la funzione ECG di Apple Watch, la lettera della FDA affermava che l’app “non è destinata a sostituire i metodi tradizionali di diagnosi o trattamento”.

Sebbene possa raccogliere informazioni aggiuntive da mostrare al medico, non sostituirà quel medico o la sua diagnosi.

Quindi, qual è il futuro di Apple nel settore sanitario?

Apple Healthcare e quota di mercato

Apple ha iniziato con dispositivi indossabili di lusso che offrono informazioni di base sulla salute, ha cercato di trasformare gli iPhone in un dispositivo medico, ma alla fine vuole accedere a un mercato più ampio.

Secondo questo completo CBInsights rapporto, Apple vuole essere nelle mani di più persone, non solo di utenti ad alto reddito.

“Apple può utilizzare l’assistenza sanitaria come mezzo per distribuire i suoi prodotti nelle mani dei dati demografici che tradizionalmente ha avuto difficoltà a penetrare: le popolazioni a basso reddito e anziane. Considerando che questi gruppi hanno una probabilità sproporzionatamente maggiore di ammalarsi, Apple può posizionarsi come uno strumento per migliorare i risultati e distribuire tramite familiari o compagnie assicurative”.

Dal momento che l’azienda non vuole diluire il proprio marchio offrendo iPhone economici, deve trovare un modo per raggiungere un pubblico più ampio e le applicazioni mediche sono la strada che ha scelto.

Sembra una strategia salutare!

Apple Healthcare con tecnologia Apple Watch: è questo il futuro?

Condividere Tweet Condividere Condividere E-mail

Categorized in: