Jordan Spieth ha messo putt come nel 2017, ma Louis Oosthuizen ha perso il secondo posto negli ultimi due major per prendere il controllo del British Open giovedì.

Applaudito dalla più grande folla consentita dall’inizio della pandemia di coronavirus, Oosthuizen è riuscito a salvare il par da una buca di sabbia del fairway sull’ultima buca per firmare una carta 64 (-6).

Spieth segue un colpo, a pari merito con il con___onale Brian Harman, dopo aver primeggiato sui green del campo. Royal St. George’s.

In campo, dal primo tee, si ha l’impressione di tornare alla routine di un tempo, come prima, prima del COVID-19ha detto Spieth, la cui serie di quattro uccellini di fila nel suo giro di 65 anni ricordava vagamente il suo viaggio verso il Royal Birkdale quattro anni fa, quando sollevò il prestigioso Claret Jug Trophy.

Spieth non aveva trionfato dal suo titolo in Royal Birkdale, ma ha posto fine a quella carestia vincendo a Valero, in Texas, ad aprile.

Oosthuizen è solo secondo nel campionato PGA e negli US Open. E può farlo di nuovo dopo aver pareggiato il miglior girone iniziale della storia al Royal St. George’s. Christy O’Connor Jr. ne aveva giocati 64 nel 1981.

Il suo giro non era iniziato come sperava, però, con sette par di fila. Il sudafricano, tuttavia, ha rimbalzato con sei birdie nelle successive nove buche.

Ho imparato nel corso degli anni partecipando a tornei importanti che la pazienza è la chiave, ha detto Oosthuizen, che non vince un titolo del Grande Slam da quando ha vinto il British Open 2010, a Sant’Andrea. Tuttavia, nel frattempo è arrivato secondo sei volte in tornei importanti.

Oosthuizen e Spieth hanno iniziato la mattina quando le condizioni di gioco erano più favorevoli. Anche il canadese Mackenzie Hughes ha approfittato di questo tee time.

Hughes si avvicina alla testa

L’atleta di Hamilton, Ont., ha girato in una carta 66 (-4) per avvicinarsi al vantaggio. Quello che è andato vicino alla vittoria il mese scorso a Torrey Pines non è l’unico che ha raggiunto il successo finora, tuttavia.

Stewart Cink, il campione del British Open 2009 a Turnberry, è quarto a pari merito con Dylan Frittelli, Benjamin Hébert, Webb Simpson e Hughes.

Dieci golfisti, tra cui l’ex campione PGA Collin Morikawa e il favorito inglese Tommy Fleetwood, condividono il nono posto a -3. Fleetwood potrebbe diventare il primo inglese a vincere questo torneo dopo Nick Faldo nel 1992.

È passato tanto tempo da quando un inglese ha vinto il British Open. vorrei essere il prossimo.

Il favorito Dustin Johnson ha raggiunto 14 green nei tiri consigliati. Era contento del suo giro di 68, abbastanza per un pareggio per il 15esimo posto.

Il campione degli United States Open Jon Rahm si è fatto strada e si è stabilito con un punteggio di 71. Bryson DeChambeau ha registrato lo stesso punteggio dopo aver passato la maggior parte del tempo sull’erba alta, privandolo del suo potere unico.

Anche il campione in carica Shane Lowry ha giocato 71 anni di fronte a una folla limitata a 32.000 spettatori ogni giorno questa settimana. Nessun torneo importante da quello presentato al Royal Portrush, vinto da Lowry nel 2019, ha ospitato così tanti appassionati di golf.

È stato un giorno molto speciale per me.

Non è stato un piacere per tutti. I golfisti che hanno iniziato nel pomeriggio hanno affrontato buone raffiche e condizioni di gioco più asciutte.

Rory McIlroy ha avuto un birdie sull’ultima buca per giocare 70, nella sua ricerca per il primo titolo importante in sette anni. Justin Thomas ha firmato una carta 72. Phil Mickelson nel frattempo ha completato il corso in 80 colpi. È stato il suo peggior primo turno al British Open.

Il canadese Corey Conners ha aperto il torneo con un punteggio di 68, pareggiando per il 19° posto. I suoi con___onali Adam Hadwin e Richard T. Lee hanno giocato 75 e sono a pari merito per il 137esimo posto.