Per Fallout 76 in uscita domani, Bethesda utilizza il suo familiare motore di creazione.

Le radici di questo framework risalgono a The Elder Scrolls 3: Morrowind, pubblicato nel 2002.

Da allora, il motore è stato ottimizzato, ampliato e migliorato per ogni nuovo titolo. Il che non li esime da critiche regolari (tramite Forbes).

Nonostante i continui miglioramenti, molti giocatori considerano il motore vecchio stile, ma non verrà sostituito presto. Ad esempio, Fallout 76 utilizza un nuovo renderer, un nuovo sistema di illumi___one e un nuovo sistema per generare il paesaggio.

Inoltre, i due titoli in arrivo Starfield e The Elder Scrolls 6 si basano sul Creation Engine e senza dubbio lo miglioreranno ulteriormente.

Resta da vedere come sarà il quadro grafico tra diversi anni, quando questi giochi appariranno. Probabilmente ci saranno critiche anche su questo.

Fallout 76 è disponibile per il preordine qui. (Amazon.de)

Ordina Fallout 76 da Amazon