Sapevi che a causa del gioco Tony Hawk Pro Skater 2, i volti di Gergő Szirmai, dell’Hollywood News Agency e dell’ufficio GameDay hanno iniziato a essere attivamente coinvolti nello skateboard? Puoi apprendere tali e simili curiosità dalla nostra intervista con lui.

Aprile riguardava due cose nella vita piuttosto frenetica di Chio Move Gamer. Da un lato, l’Hollywood News Agency, il Gameday Office e l’AFK Legion sono sempre stati ospiti diligenti e irrequieti, Gergő Szirmai è diventato l’ambasciatore del movimento, che purtroppo ha presentato la meraviglia meno conosciuta dello skateboard al programma commovente che stava aspettando voi, e per fortuna eravate in tanti. Basket, calcio balilla, freccette, hockey su ghiaccio, arrampicata su parete, missioni militari, ultimo membro, calcio a bolle, skateboard e persino un percorso a ostacoli completo hanno bruciato calorie e, naturalmente, gli esperti della sezione SamaGame Extra Life sono apparsi sul palco di PlayIT Expo per discutere argomenti importanti con il video. parlare come il fenomeno Blue Whale, che ultimamente sta sollevando un sacco di polvere, l’incubo della dipendenza da g******g, il divario generazionale tra genitori e figli. Quindi il movimento ha fatto girare PlayIT a migliaia e siamo molto orgogliosi che tu fossi così curioso di noi, sia durante le sfide mentali che fisiche.

E con l’aiuto di Chio, siamo riusciti a fare una bella gara di skateboard, abbiamo avuto una rapida conversazione con l’ambasciatore del mese, perché ci chiedevamo perché lo skateboard fosse lo sport preferito di Gergő Szirmai e quanto avesse a che fare con il Tony Hawk Giochi. . Si è rivelato rapidamente molto.

SamaGame: Chio Move Gamer Nei panni di Mr. April, hai introdotto lo skateboard come il tuo sport preferito. Quanto è durato questo amore?

Gergő Petali: Sono stato attivo sullo skateboard per diciotto anni, quindi è stato abbastanza lungo. Ora posso ricordare un massimo di un anno di omissione ora; per così dire, è uno degli sport e delle attività che definiscono davvero la mia vita. Ho voluto presentare questa forma di movimento anche nell’ambito del Chio Mozdulj Gamer, perché credo sia necessario che si diffonda nuovamente e diventi di moda in Ungheria.

GS: Cosa c’era dentro?

SzG: Il gioco Tony Hawk Pro Skater 2 mi ha mostrato la bellezza di questo sport, motivo per cui ho iniziato a dedicarmici attivamente. L’ho visto come una cosa da re, uno sport con una cultura entusiasmante, quindi ho iniziato a imbarcarmi.

GS: Questa è la migliore risposta che potresti dare a un gamemagazine. Stai anche lanciando una serie sullo skateboard all’interno dell’AFK Legion: sarà per principianti assoluti? Cioè, chi sarebbe interessato a questo sport ma non lo conosce affatto, ottenere risposta alle tue domande?

SzG: Credo di si. Non parlerà solo di trucchi, movimento e hardware, ma parleremo anche un po’ di spiritualità, cioè introdurremo la cultura stessa, l’arte, perché in una certa misura è già arte. Non si tratta di compensazione o istruzione, si tratta più di conoscersi, magari anche di mostrare un po’ come pensare per essere uno skateboarder efficace.

GS: Allora sarà una lunga serie, giusto?

SzG: Infinitamente lungo si spera, ci sono molti argomenti.

GS: Se non vuoi la formazione video, come ci riesci?

SzG: Esci in strada e cerca skateboarder, fai amicizia con loro; è una soluzione naturale, organica e storicamente testata al problema. Questi ragazzi sono davvero aperti, disponibili, formano una comunità molto coesa. Tutti sono felici di essere cacciati, aiutano, ottime teste.

GS: Quante volte puoi ancora assecondare la tua passione?

SzG: Sfortunatamente, rimbalzo su una tavola solo due volte a settimana, ma è davvero l’ideale per lo sviluppo di quattro ore e mezza di allenamento a settimana se si prende sul serio l’imbarco.

GS: Questa sottocultura è un po’ relegata rispetto a prima, vero? Quale pensi possa essere la ragione di ciò? È un fenomeno ___onale o inter___onale?

SzG: Questo può essere osservato anche a livello inter___onale; le tendenze oscillano, non si può stare al top a lungo, ad esempio lo skateboard è passato di moda due volte, alla fine degli anni Sessanta e Ottanta. È una cosa perfettamente normale a volte perdere la fiducia in esso, ma poi torna sempre a causa della spiritualità senza tempo, del divertimento.

GS: Su quali altri sport puoi girare?

SzG: Mi piace molto lo snowboard, il surf, il longboard, il basket e amo anche le immersioni subacquee.

GS: Hai detto che i giochi di Tony Hawk mi hanno affascinato all’epoca. Pensi che i giochi da tavolo possano entrare in gioco in qualsiasi momento?

SzG: Alcuni di loro sono orribili, come l’ultimo, ma la serie di Tony Hawk, incluso Undergorund, sono pezzi fantastici. Si possono sempre togliere, restituiscono bene l’atmosfera di cui mi innamorai all’epoca.

GS: Come pensi che sarà il gioco di skateboard del futuro?

SzG: Spero che non sia VR perché ci morirei. Il miglior gioco di skateboard è quando prendi la tavola ed esci in strada con essa.

L’ambasciatore di maggio del movimento dei giocatori di Chio Move non è altri che BeniiPowa, con cui abbiamo avuto una conversazione altrettanto buona, presto potrai leggere anche questo nelle rubriche del GSO.

Abbiamo ancora qualcosa da dirti, troverai tutte le cose interessanti qui!

Categorized in: