Aven Colony è il nuovissimo gioco del genere “Costruttori di città”, che ci permetterà di stabilire il “confine finale”, cioè l’universo per la prima volta. Tuttavia, stabilire una colonia in un nuovo mondo è un gioco da ragazzi rispetto allo sforzo che costerà per mantenerla in un ambiente ostile.

La sonda Prometheus entra nell’orbita del mondo di Aven Prime. Gli occhi dell’equipaggio e dei coloni vedono un bellissimo pianeta con un ambiente diversificato su schermi e grandi schermi esterni. “Quasi come una seconda Terra”, ci fu un mormorio tra gli osservatori. Senza perdere tempo, il primo lander è stato inviato in superficie con le persone più coraggiose e le strutture e le attrezzature necessarie. Una dolorosa delusione è arrivata all’improvviso: sul pianeta (nonostante la vegetazione) non c’è abbastanza ossigeno per respirare. Ulteriori ricerche hanno prodotto informazioni poco interessanti: mancanza di piante commestibili, terreno difficile da coltivare, materie prime difficilmente disponibili, fauna ostile e fenomeni meteorologici estremi. Il peggio doveva ancora venire: l’oscurità invernale di sei mesi.

Questo è il compito del giocatore: costruire una fiorente colonia che non solo resisterà a condizioni sfavorevoli, ma passerà anche in lettere d’oro negli annali della storia umana. Certo, l’abbiamo fatto in molte altre produzioni e lo stesso Aven Colony inoltre non porta nulla di nuovo, ma è comunque un’ottima strategia che dà molte soddisfazioni, ed è accessibile a tutti. Ad ogni modo, abbiamo solo pochi di questi titoli su PS4, incluso Tropico 5da cui Aven trae diverse idee, quindi ogni uva passa vale il suo peso in oro.

Iniziamo il gioco scegliendo una delle missioni della campagna o la modalità sandbox, che probabilmente non ha bisogno di essere spiegata. Ci sono solo dieci missioni, il che significa nessuna follia, ma compensano la varietà e la durata del gioco, quindi nessuno dovrebbe lamentarsi. Svolgono il ruolo di addestramento, grazie al quale acquisiamo nuovi ranghi nella gestione delle colonie, il che ci consente di inviare una spedizione di scienziati per studiare il passato del pianeta durante il gioco gratuito. Durante la campagna, c’è anche una trama – sebbene non molto originale, ma essendo un grande divertimento del tempo, sottolineando la serietà della sfida che abbiamo intrapreso e l’orrore del mondo trovato nascosto sotto l’ingannevole bellezza del pianeta. Inoltre, incontreremo alcuni simpatici personaggi.

Nonostante l’ambiente ostile, l’inizio di ogni missione è molto banale e con il passare del tempo il livello di difficoltà aumenta impercettibilmente. È una buona mossa per prepararci alle sfide che ci attendono. Le prime persone su Aven Prime non hanno requisiti speciali: hanno solo una fattoria di mais da mangiare, una pompa per fornire acqua e pannelli solari per fornire energia, e abbiamo già un habitat chiuso autosufficiente. Dal lato caro, i creatori non ci hanno dato una massa di vari edifici e strutture per fermarci lì. È interessante notare che, se vogliamo, li mettiamo fianco a fianco, senza compromettere la comunicazione. Se vogliamo costruire la colonia dei nostri sogni, avremo bisogno di sempre più persone con bisogni crescenti. Col tempo, brameranno cibo migliore e persino bevande alcoliche, per le quali non è sufficiente costruire fattorie con più colture agricole, ma dobbiamo avviare l’intera industria di trasformazione, compresi un centro di ricerca, una fabbrica chimica e mulini. Lo stesso vale per l’alloggio, l’intrattenimento, l’assistenza sanitaria e anche un lavoro migliore, preferibilmente vicino al luogo di residenza. Dobbiamo anche ricordarci di proteggerci da flora e fauna pericolose.

Mantenere i coloni felici richiede energia, ma costruire centrali geotermiche efficienti riduce la qualità dell’aria e, ovviamente, aumenta l’insoddisfazione dei cittadini. Il morale non deve essere sottovalutato, poiché il suo alto livello è necessario per vincere referendum e godersi la sede del governatore della colonia il più a lungo possibile. In ogni caso, la noia è molto rara perché c’è sempre qualcosa da fare. Dobbiamo costantemente trovare un equilibrio tra il mantenimento di un numero adeguato di abitanti e lo sviluppo della colonia nel suo insieme, senza dimenticare l’obiettivo. In definitiva, quando stiamo andando davvero male, c’è sempre la possibilità di utilizzare editti che razionano i punti metallici o limitano la libertà dei coloni, in modo che invece di essere frustrati, abbiamo più tempo per migliorare. È un peccato che in diversi punti le potenzialità del gioco non siano state sfruttate appieno. L’ambiente risulta non essere così aggressivo da disturbare in modo significativo la vita nella colonia. Non c’è nemmeno la possibilità di avere prole, quindi non creeremo una comunità perfettamente autosufficiente, mentre il commercio con la nave madre è troppo limitato per sbarazzarsi della merce che rimane in giacenza in caso di mancato raccolto. Certo, questi non sono grandi svantaggi, ma ritieni che in alcune questioni i creatori si siano limitati a rendere il gioco più accessibile. Solo l’inverno può essere doloroso, perché la produzione alimentare sta morendo e la produzione di energia sta diminuendo per ovvie ragioni.

La grafica è piuttosto bella da guardare, anche se qui non viene utilizzato un motore grafico avanzato. Proprio come la Terra, Aven Prime è pieno di vari paesaggi: dal verde, pieno di vegetazione, attraverso le terre ghiacciate, ai deserti bruciati. La nostra colonia, anche se all’inizio sembra poco appariscente, con il tempo inizia a stupire con il suo aspetto futuristico come nei libri di fantascienza. È meglio ammirarlo durante una lunga notte, quando i nostri grattacieli, fabbriche, magazzini e altri edifici illuminati creano una vera città delle luci. La telecamera sotto il pieno controllo del giocatore permette di guardarlo tutto da ogni lato e altezza disponibile, fino a quando non è piacevole fare screenshot. Il sistema di monitoraggio consente di vedere la vita interiore del complesso, ma questa visione in realtà non serve a nient’altro. Per quanto riguarda la console PS4, l’interfaccia preparata è abbastanza comoda, tranne per uno stridio quando sfogliamo le statistiche, che sono difficili da disattivare in seguito.

Aven Colony È un must per chi cerca una strategia in tempo reale su un pianeta alieno su console PS4. Sebbene il gioco non apporti nuove soluzioni o idee al genere, è bello vedere lo sviluppo della nostra colonia futuristica. Anche il prezzo abbastanza abbordabile (145 PLN) incoraggia l’acquisto. Non resta altro da fare che andare avanti e colonizzare Aven Prime.

Categorized in: