Maryla Rodowicz l’ha cantata “Quando sei alla cassa, è un successo di prima classe”. Da dove viene questa canzone nella mia testa? Bene, denaro è la parola chiave in Killzone: Mercenary, e c’è un posto per il successo. Aaran Danner spara solo per denaro, mentre Guerrilla Games, che ha generato le sue avventure, ha avuto successo mettendo nelle nostre mani l’FPS più bello e migliore nella storia delle apparecchiature da gioco portatili.

Non c’è niente di cui essere incantati. Se hai PS Vita, giocherai comunque a Pocket Killzone. A meno che tu non abbia un’avversione insormontabile per gli FPS, ma allora devi essere consapevole che rinunci volontariamente a uno dei migliori giochi per questo, non particolarmente viziato con soft di prima classe, console. O forse questa avversione può essere superata? Forse l’hai ottenuto raggiungendo il povero Resistance: Burning Skies su Vita o l’altrettanto “successo” Call of Duty: Black Ops – Declassified? Quindi non attivare ancora la finestra nel tuo browser e ascolta anche quello che ho da dire.

Registratore di cassa orso registratore di cassa

Come ho detto, Danner spara solo per soldi, e il campo di battaglia è così gentile da pagargli quei soldi letteralmente per tutto ciò che fa su di esso. Guadagnare è un’attività fondamentale nel Mercenario. Non importa se facciamo a pezzi la campagna e tagliamo la gola di Helghast, facciamo esplodere un potente mech o distruggiamo tre granate con una granata. Non importa se rompiamo i frag in multi, vinciamo la partita e otteniamo il bonus del caposquadra. Tutto ha un prezzo. Eliminiamo szmalec anche raccogliendo munizioni dai caduti, e il nostro grado militare dipende dalla ricchezza del nostro portafoglioe quindi l’intero sviluppo del personaggio. Il sistema funziona alla grande, perché anche quando perdiamo una partita in una partita multiplayer o ripetiamo per l’ennesima volta la parte più difficile della campagna, non abbiamo l’impressione che la coppia stia fischiando. Ogni volta puoi prendere qualcosa e usarla in seguito per lo shopping.

Spendiamo soldi ad ogni passo, perché le casse BlackJack dell’azienda – che ci forniscono proiettili che sputano bambini e uno spacciatore con accento russo – sono sparse nei luoghi visitati nella campagna. Forniscono anche una certa varietà, perché possiamo cambiare regolarmente tutte le armi e provare diversi metodi di combattimento. La cosa più importante, tuttavia, è che in qualsiasi momento possiamo rifornire le munizioni in una tale scatola, acquistare nuovi tipi di granate, varie pistole e più armature. A Jacuś compreremo anche giocattoli della categoria Van-Guard, che sono la più grande novità in termini di arsenale. Oh, prendiamo i razzi Porcupine sparati dal mini-cannone sul braccio. Tutto quello che devi fare è toccare i bersagli segnati sul touchscreen e i proiettili, trascinandosi dietro uno scialle di denso orgoglio, lacerano verso la carne del cannone. C’è un jammer portatile che spegne i droni nemici o Vulture, scansionando il campo di battaglia e fornendo informazioni sulla posizione dei nemici e del loro equipaggiamento sul radar. C’è il motore Mantis – un congegno volante invisibile che consente a due lame di penetrare impercettibilmente nei crani degli avversari, mimetizzazione trasparente, grazie al quale attraverseremo alcuni luoghi inosservati e senza un forte boom boom e poche altre meraviglie della tecnologia. Qualcosa di carino per tutti e per la diversità dei Van-Guard, gli autori meritano un applauso, perché queste macchine portano diversità sul campo di battaglia. L’equipaggiamento del nostro mercenario è diviso in cinque slot – armi principali e secondarie, Van-Guard, equipaggiamento (granate) e armature – che a sua volta è associato a una certa limitazione. I popper sono divisi in categorie rigide e possiamo averne con noi solo uno alla volta. Quindi, se c’è un lanciagranate, un lanciarazzi o un fucile a pompa nella scheda dell’arma secondaria, non c’è una frusta per trasportare entrambe queste armi. È un peccato, ma puoi dimenticartene rapidamente. Ad ogni modo, sventagliare con l’attrezzatura non paga, perché se guadagniamo soldi su tutto, costa anche tutto. Compreso il cambio del battente e il decesso, il cui prezzo è denominato “polizza assicurativa”.

Jakub beve per Jakub, l’azienda beve

“Kompanija” in Killzone: il mercenario non si discosta dagli standard: abbiamo sparatorie, strappi di piombo da dietro le tende, alcune altre sparatorie e una mini porzione dello sparatutto su rotaie. La trama avrebbe dovuto portarci da un posto all’altro e mostrare gli eventi noti della trilogia da una prospettiva diversa, ma non è proprio così. Sebbene il punto di partenza sia lo sfondo immaginario dei predecessori, la trama principale che si discosta da loro diventerà presto chiara. Quindi non contare sull’incontro con eroi famosi o sul combattimento al loro fianco. La trama è un insieme completo: un nuovo episodio nella storia della guerra dell’ISA contro gli Helghast, durante il quale ci sarà anche l’opportunità… di fare qualcosa che non abbiamo ancora fatto nella serie. È un peccato che dopo il promettente inizio su Vektta, che nel suo clima somigliava all’annuncio di Killzone: Shadow Fall, visitiamo principalmente gli interni industriali grigio-grigi che sono così caratteristici della serie.

È anche un po’ un peccato per l’eroe, perché ci mettiamo sotto l’ala protettiva di un muto che mostra una mancanza di cultura e non è in grado di rispondere nemmeno alle domande poste e al tempo del gioco. Dopo aver completato tutte le missioni, il contatore ha mostrato una media di 4 ore e 41 minuti, anche se questa è solo la punta dell’iceberg. Dopo aver ingoiato ogni contratto, otteniamo le sue tre varianti: precisa, segreta e da demolire. Il compito di base dovrebbe essere lo stesso, ma lungo il percorso devi attenerti alle linee guida come completare la missione in 20 minuti, distruggere tutte le telecamere di sorveglianza o completare 20 uccisioni in combattimento corpo a corpo. Alcune di queste varianti richiedono un’arma specifica, quindi teoricamente il tempo della campagna può essere moltiplicato per quattro, il che è già un risultato molto soddisfacente. A mia volta, considero un problema la mancanza di salvataggio del gioco durante la missione, cosa che sembrava ovvia sulla console portatile, dove spesso abbiamo sessioni di un quarto d’ora. Se avvii un’attività e non vuoi ricominciarla da capo, non puoi spegnere la console finché non è terminata. Capisco che molte persone (compreso quello sopra firmato) usano il pulsante “power” e non si preoccupano di lasciare il gioco ogni volta, ecc., ma comunque la mancanza di checkpoint in cui vengono registrate le nostre azioni è una svista.

Aggiungerò qualche parola sul controllo tattile e sulle opzioni tipicamente palmari, dal momento che conosci già l’uso di alcuni Van-Guard. Guerrllia Games ha anche inventato un comodo utilizzo del pannello posteriore: fare doppio clic con una presa dell’alluce dà uno sprint, a cui, tuttavia, ci vuole un po’ di tempo per abituarsi. Puoi anche mirare con un giroscopio, ma inclinare la console non è stato molto buono per me. C’è l’hacking terminale, cioè la riproduzione di un puzzle basato su pezzi abbinati che non mi hanno annoiato fino alla fine, e ci sono anche brutali attacchi in mischia in cui imiti rapidamente le direzioni visualizzate. Infilare un coltello in testa o… il perineo è molto divertente, e un’azione del genere è spesso l’ultima risorsa. Gli avversari ci strappano quanto ci ha dato la fabbrica, ci attaccano a gruppi, e allo stesso tempo hanno un’intelligenza soddisfacente. Possono fiancheggiare, usare con cura le coperture, quando rimaniamo in un posto troppo a lungo, ci faranno saltare fuori con una granata, anche se quando saliamo su una scala, è un ostacolo invalicabile per loro.

Hanno visto cosa stavano prendendo

Oh, hanno visto e non devono essere delusi. Legame Killzone: il mercenario ha dei vizi. Alcuni oggetti hanno trame sfocate e anche un trucco utilizzato dallo sviluppatore funziona in modo diverso. Vale a dire, quando ci allontaniamo dall’oggetto, le sue trame sono meno distinte e, man mano che ci avviciniamo, guadagnano in dettaglio. Solo purtroppo questo trucco tecnico a volte è chiaramente visibile. Anche oggetti che, dopo aver accumulato un certo numero di fori di proiettile, tornano miracolosamente alla struttura intatta sono un’idiozia, ma siamo d’accordo che non tutti avranno la passione di confezionare due riviste in aiuole e cercare tali piccole mancanze. Inoltre, cosa prendere in giro qui, dato che la nostra mascella pende da qualche parte intorno alle t**e a quasi ogni passo. Sì, Killzone: il mercenario ha un bell’aspetto e il team di Guerrill è davvero riuscito a spremere il motore che ha alimentato i loro giochi precedenti su Vita. L’effetto è fenomenale.

Questo è accanto a Uncharted: Golden Abyss, qualità assolutamente top quando si tratta di palmari (comunque, a gennaio, durante una visita in studio, lo stavo tirando su Vita collegato alla TV e non c’era anche da lamentarsi) , con visibilità all’orizzonte con potenti navi o gru oscillanti, animazioni fluide, luci incantevoli e tanti sapori che ti faranno accarezzare la tua Vita prima di andare a letto, godendoti il ​​solo pensiero di come porti un potente gingillo in tasca. Sony si è occupata anche della versione in lingua polacca e sebbene non abbia catturato voci famose nelle cuffie, il tutto è, come sempre, allo stesso livello. È bello che tu non abbia paura di urlare maledizioni, a sua volta, non è bello dare ai giocatori solo una traduzione nativa completa senza l’opzione del doppiaggio inglese più i sottotitoli polacchi.

Più facile in un mucchio

Dopo aver completato la campagna una volta, avevo guadagnato 11 dei 42 gradi disponibili nel gioco. Il resto si può ingoiare strattonando anche in multi, perché come ho detto questo è legato anche allo sviluppo del personaggio, guadagniamo soldi sullo stesso conto, e l’arma acquistata in precedenza nel singolo è disponibile qui. Durante le battaglie di gruppo, ogni jet ucciso rilascia una carta coraggio (migliore è il soldato, più alta è la carta) – se la inghiottiamo, salta nella nostra collezione e il suo completamento è associato a profitti aggiuntivi. Anche le aziende uccise rilasciano carte e se le raccogliamo di fronte al nemico, possiamo salvare punti per la nostra squadra. Fino a otto pazzi possono scatenarsi in tre modalità. Lo scontro mercenario è un classico deathmatch tutti contro tutti, la guerriglia è chiamata combattimento di squadra e la zona di guerra – tiro di squadra combinato con compiti. Ogni fase dura 5 minuti e il requisito può essere, ad esempio, raccogliere carte coraggio, mettere in sicurezza capsule Van-Guard che cadono dal cielo, frammentare o non uccidere i nemici, ma solo stordirli e interrogarli. È interessante notare che l’omicidio in sé, a parte la partita che richiede tempo, non viene segnato. Vince la squadra che realizza con più attenzione gli obiettivi assegnati. Anche se puoi anche guadagnare soldi extra se siamo i migliori bagnanti della nostra squadra, indipendentemente dal fatto che siamo tra i vincitori o i perdenti. Il compito è divertente per diversificare il gioco, pur richiedendo un certo lavoro di squadra, perché il solitario ha poche possibilità di hackerare il terminale, impiegando diverse decine di secondi, quando il vantaggio è in giro. Per quanto riguarda le altre due modalità, queste sono ancora da verificare. Prima della premiere odierna del gioco e dell’embargo sulla versione completa della recensione che cade alle 9 in punto, non potevamo strappare online, quindi ho solo testato il multi usando la beta precedentemente condivisa. Se ti interessano le impressioni del resto, sicuramente produrrò presto un testo appropriato, e per ora dirò che mi occupo di riprese di gruppo, anche se evito il multi in tiratori “fermi” e sono tutt’altro che un maniaco come Monika o HIV;)

Killzone: Il mercenario ha praticamente tutto per conquistare la simpatia dei giocatori. L’ho scritto nel playtest di gennaio e posso approvarlo oggi, alla premiere del gioco. Infatti, uno dei punti di forza innegabili del bambino Guerrilla è che è apparso sul mercato, perché Vita ha bisogno di prodotti come il pesce d’acqua. D’altra parte, non puoi impazzire. Dopo le reincar___oni palmari inferiori della citata Resistance o Call of Duty, otteniamo finalmente il gioco raffinato sotto ogni aspetto, dannatamente giocabile, pieno di attrazioni e premuroso perché il sistema di guadagno per tutto e ovunque si adatta alla natura dei giochi portatili e le funzioni touch di Vita sono utilizzate qui in modo molto naturale e si adattano perfettamente al gameplay. Killzone: Mercenary non è una qualità nuova quando si tratta di FPS, ma dopotutto nessuno lo ha chiesto. Ad ogni modo, questo non gli impedisce di essere il miglior FPS per console portatili. Come ho scritto nell’introduzione. Ammettiamolo: se hai Vita, giocherai comunque all’ultimo gioco di Guerrilla Games. E se hai un’avversione insormontabile per l’FPS e il testo sopra non è riuscito a romperlo, è una tua perdita.

Categorized in: