Incoraggiato dalla qualità della precedente serie di Need for Speed, sono stato felice di raggiungere la sua parte più nuova. Nessuno contava su cambiamenti rivoluzionari, e finalmente cosa puoi davvero rovinare migliorando tutto ciò che ha funzionato alla grande in Most Wanted dell’anno scorso? Risulta abbastanza, ma partiamo dall’inizio.

Riceviamo quasi subito un colpo in faccia sotto forma di un’introduzione che presenta il contorno della trama, che sembra essere, per dirla senza mezzi termini, ar****d – ma non è di questo che tratta la serie, puoi sopravvivere. La cosa più importante è che dopo aver passato il film e caricato, possiamo metterci al volante di una delle due belle macchine. Prima di dare gas sul pavimento, tuttavia, dobbiamo scegliere il lato della lotta, perché Rivals, come Hot Pursuit, affronta un conflitto tra piloti, qui chiamati piloti di rally, con la polizia della fittizia Redview County. Fortunatamente, questa decisione non è in alcun modo vincolante e possiamo saltare tra entrambi i lati della barricata, che hanno a disposizione un arsenale di mattoni davvero impressionante. Ci sono molte supercar nel gioco e il ritorno della Ferrari merita un’attenzione speciale, assente dalla serie da diversi anni buoni. È interessante notare che l’elenco delle auto a disposizione di predoni e poliziotti non coincide.

Visto che stiamo parlando di automobili, è impossibile menzionare una cosa molto irritante. Devo ammettere che mi sono innamorato del modo in cui Most Wanted ci ha permesso di sbloccare singole auto. Fury si trovava in diversi punti della mappa e se fossimo in grado di trovare una determinata macchina, potremmo cambiarla immediatamente. Com’è Rivals? Il sistema di sblocco dei carrelli è tornato sui livelli successivi, che per me è un grosso e incomprensibile passo indietro. Inoltre, le regole sono semplici: le singole fasi vengono sbloccate completando le attività dall’elenco, come ottenere un certo numero di punti o prendere parte a un tipo specifico di gara. Ognuna delle auto acquisite può essere sintonizzata, sebbene il numero di opzioni non sia abbattuto: gli autori ci hanno permesso di ridipingere l’auto, cambiare l’iscrizione sulle targhe (devi farlo separatamente in ogni auto, cosa strana) e il loro aspetto e acquistare miglioramenti direttamente dai film sull’agente 007, che ci consentiranno di combattere gli avversari in modo più efficace, sia sotto forma di altri piloti o agenti delle forze dell’ordine.

Vale la pena ricordare a questo punto che questi miglioramenti non sono affatto messi a nostra disposizione gratuitamente, oh no. Dobbiamo spendere punti velocità guadagnati duramente per ciascuno dei gadget, che guadagniamo durante le nostre lotte sulla mappa – come è facile intuire, i motociclisti li ricevono per aver infranto le regole e le forze dell’ordine principalmente per averle ostacolate. Non ci sarebbe nulla di straordinario in questo, se non fosse per un certo brevetto. Ogni singolo punto è perso quando la polizia ci prende e nel frattempo non siamo riusciti a raggiungere il nascondiglio. Inutile dire che un gran numero di punti sul conto e poliziotti estremamente tenaci, a volte davvero difficili da superare in astuzia sul campo, è una miscela esplosiva che può alzare il livello di frustrazione così alto che l’incontro con il muro non è niente di straordinario. Non fraintendetemi, è positivo che il gioco possa essere difficile e stimolante, ma il livello di difficoltà è chiaramente sbilanciato a volte. Se riusciamo a portare i punti raccolti nel nascondiglio, possiamo acquistare gadget che non sono stati menzionati prima, come gli impulsi EMP che immobilizzano gli avversari o gli spuntoni che possiamo lasciarci alle spalle. In pratica, è anche fastidioso perché gli aggiornamenti acquistati non sono disponibili per tutte le auto che possediamo: dobbiamo acquistarli separatamente per ognuna.

Un altro elemento che non mi è piaciuto molto, e che sembra essere l’aspetto più importante del gioco, è il modello di guida. Le auto sembrano lente, lente e con un raggio di sterzata cosmico. Certo, ti ci abitui, ma devi essere pronto a schiantarti contro la ringhiera ad ogni svolta la prima volta che tocchi il gioco. Anche in questo caso ho avuto l’impressione che qualcuno volesse seppellire ciò che abbiamo ottenuto in occasione di Most Wanted, ma non ha portato a termine il suo compito. Inoltre, è un arcade classico e pulito, che ci permette di eseguire efficaci diapositive, salti e azioni tipiche dei film, quindi dopo essersi abituati al modo in cui guidano le auto, il divertimento può essere grande. Non si può criticare l’impostazione audiovisiva. Il gioco sembra davvero buono, anche se cose come la mancanza di anti-aliasing o un piccolo pop-up possono essere offensive, tuttavia, bisogna ammettere che gli autori sono riusciti a spremere molto dalla vecchia PS3. Redview County ha un aspetto fantastico ed è molto vario, il che dà buoni risultati e, tra l’altro, ciò che sta accadendo intorno a noi non ci farà mai lamentare della noia. Durante i nostri viaggi nella contea visiteremo aree tipicamente desertiche, foreste o la costa soleggiata. Le aree urbane erano quasi completamente abbandonate, ma sono rimasto un po’ deluso, perché la città di Fairhaven è una delle mie metropoli virtuali preferite, ma come puoi vedere, non puoi avere tutto. La colonna sonora svolge così tanto il suo compito che è impossibile annoiarsi con essa, al contrario. Sebbene nessuno dei brani in sottofondo sia particolarmente ricordato, sono tutti così energici che il dito fatica a premere il grilletto responsabile del gas e ignora completamente il freno.

Gli aspetti online del gioco meritano un paragrafo a parte, perché in NFS Rivals il multiplayer è la modalità di gioco principale. Nel gioco non poteva mancare il sistema Autolog, che ci tiene informati sui progressi degli amici e che in Rivals è supportato da qualcosa chiamato AllDrive, una combi___one di modalità single e multiplayer. In pratica, quando la console è connessa alla rete, siamo automaticamente connessi a uno dei server per giocare con gli avversari dal vivo. In teoria, un’idea fantastica, ma mancavano gli ultimi ritocchi. Prima di tutto, mi manca molto il tipico matchmaking. Il fatto che il gioco ci permetta di giocare in free roaming immediatamente quando, ad esempio, l’auto di un avversario ci sorpassa è un’ottima cosa, ma non sempre mi va di girare per la mappa, cercando altri giocatori e cercando divertimento compiti o gare. Ci sono giorni in cui voglio solo iniziare il gioco, scegliere l’opzione ‘corsa casuale’ dal menu e unirmi ad altri giocatori. Non si può fare. Un altro problema è che tutte le attività disponibili sulla mappa vengono eseguite esattamente nella stessa sessione in cui ci troviamo attualmente: non viene creata alcuna istanza separata. Qual è il problema? Ebbene, quando siamo nel bel mezzo di una gara importante, il divertimento può essere rovinato da qualcuno con cui al momento non stiamo giocando. Tuttavia, tutto ciò non è frustrante quanto il fatto che la versione online soffra di problemi tecnici che a volte rendono impossibile giocare. Durante la riproduzione di Rivals, ho avuto diverse volte nel mezzo della gara che ho ricevuto un tabellone con le parole “migrazione dell’ospite” nei miei occhi, e poi sono finito in un nascondiglio. Inoltre, dove sono gli elenchi delle attività che mi piace fare con i miei amici, così apprezzati in Most Wanted? Possiamo scegliere tra modalità standard come gare regolari, prove a tempo o inseguimenti della polizia. Dei problemi tecnici più fastidiosi che ho riscontrato abbastanza spesso durante il gioco, uno era particolarmente fastidioso. Immagina di guidare una lucida macchina della polizia e di essere superato da un pilota di auto da corsa che infrange 183 regolamenti contemporaneamente. Grande opportunità di inseguimento, quindi accendi la sirena e inizia a inseguire il ragazzo. Ti siedi sulla sua coda, ce l’hai quasi, e c’è una collina sulla rotta dell’inseguimento. Il sospettato scompare per un secondo dietro di lui e poi si scopre che si è sciolto per sempre. Può farlo incazzare, vero? Tuttavia, considero inseguire i carrelli della polizia come la parte più bella di Rivals. Interpretare “poliziotti e ladri” è una cosa fantastica, che ti permette di dimenticare tutto ciò che ti infastidisce nell’ultimo Need for Speed.

Sulla carta e negli annunci, NFS Rivals è un grande titolo. L’idea di prendere le migliori soluzioni da Hot Pursuit e Most Wanted, migliorarle e finalmente dare tutto sotto forma di un gioco fortemente incentrato sul divertimento online e accompagnato da un’ottima grafica è davvero un’ottima idea, anche se il gioco in sé non è rivoluzionario e non ti mette al tappeto con l’innovazione. Rispetto all’edizione dell’anno scorso, Rivals è un medium, a mio avviso inferiore a Most Wanted sotto quasi tutti i punti di vista. Non fraintendetemi, il divertimento può essere fantastico e gli inseguimenti della polizia sono molto divertenti e molto eccitanti, ma tutto può essere rovinato dall’irritazione causata dai difetti e dalle carenze che ho menzionato. Sembra solo che gli autori semplicemente non abbiano avuto abbastanza tempo per perfezionare il loro lavoro, perché quasi ogni elemento del gioco sembra sottosviluppato o incompiuto.

Categorized in: