Non è difficile creare un gioco migliore di Dragon Ball: Battle of Z. Quindi Dimps non ha avuto un compito difficile. È bastato impegnarsi molto e le possibilità che il primo gioco di Dragon Balls sulla nuova generazione di console uscisse bene erano alte. Purtroppo non è stato possibile fare colpo, ma ciò non significa che abbiamo a che fare con qualcosa che non merita la nostra attenzione.

Bandai Namco si è innamorata di ri-raccontare la saga di Dragon Balls, cercando il più possibile di differenziare le scene che conosciamo. “La trama nei giochi di combattimento?” – tu chiedi. In questo caso, sì, lo è, sta andando bene ed è l’elemento migliore dell’insieme. Certo, non esagerando, che è in qualche modo delizioso, ma l’intreccio della manipolazione del tempo da parte del “male principale” nelle manipolazioni note alla maggior parte delle scene è risultata eccezionalmente buona e fresca. In momenti noti, potrebbe risultare che il nostro avversario è Goku e noi stiamo dalla parte di Cell. Il modo in cui è stato spiegato si adatta al canone di Dragon Ball. Anche se rimane una leggera insoddisfazione, perché il gioco sembra troppo breve nella storia, anche se includiamo lo scenario nascosto. Ancora una volta, mi fa male ignorare la serie GT allo stand, per la quale ho ancora un debole, anche se i “veri fan” di DB molto probabilmente spingerebbero queste persone fuori dal paese.

Seguendo le notizie sul web, vedo persone che si lamentano del sistema di combattimento superficiale. Hanno ragione (ne parleremo più avanti), ma il problema è qualcosa di molto peggiore: la decisione di Bandai Namco di rendere il gioco una produzione che utilizza sempre una connessione di rete. Possiamo giocare senza connetterci a Internet, ma devi disattivare le opzioni di rete sul sistema PS4. Idiozia? Sfortunatamente, Bamco ha avuto l’idea che il menu principale ottenesse solo le opzioni e l’inizio del gioco. Tutto il resto è selezionabile dall’HUB in tre parti. Per saltarci dentro, devi iniziare il gioco. E l’ultima settimana ho guardato costantemente da parte mia un messaggio su server occupati, connessioni interrotte o loop che si avviavano dal gioco e si accedeva ad esso. Per decine di minuti. Nel giro di pochi giorni sono riuscito a giocare a Rete tre volte. Due ore in totale prima di essere buttato fuori dal gioco. E qui il titolo sorprende ancora di più: una volta connesso a Internet, le modalità ad esso associate funzionano bene e i lag, anche con giocatori statunitensi e giapponesi, non sono così grandi da non poterci giocare. Ma ancora, prima devi connetterti a questa rete.

HUB come luogo per scegliere le modalità è un’idea stupida. Sembra un MMO economico, è vuoto e ne ignoriamo la maggior parte, poiché il Web non funziona. Perché come controllare la modalità Torneo Mondiale senza di essa? Resta da contare su un colpo di fortuna nel gioco contro gli altri o nella modalità cooperazione per completare missioni aggiuntive. Questi sono un bel complemento alla trama principale. Debolmente imparentato con esso, ma senza storie specifiche. Oh, è stato preso un ritaglio dell’anime e gli è stato permesso di mescolare un po’ le cose. Per diversificarlo sono stati aggiunti obiettivi nascosti, dopodiché otteniamo ricompense aggiuntive. O Sfere del Drago. Cercarli è una vera faticaccia, perché non solo l’aspetto del personaggio giusto è casuale, ma poi, a suo piacimento, il gioco ti dà un oggetto bonus. Ma sorprendentemente, non diventa noioso. Forse perché Dragon Ball: Xenoverse non ci obbliga a giocare con un personaggio e possiamo scegliere chi vogliamo.

Il sistema stesso su cui si basa il gioco attinge molto dai giochi di ruolo. Per ogni combattimento, otteniamo esperienza che si traduce in livelli, e questi di nuovo nel numero di punti sviluppo disponibili. Ti dà una certa libertà nella creazione del tuo personaggio, che creiamo anche all’inizio. Diverse razze hanno abilità speciali, c’è una divisione di genere, ci sono alcuni elementi nell’editor. Ma sfortunatamente, lo chiama da un chilometro che questa è una base per eventuali aggiunte. Ci sono semplicemente poche opzioni.

Possiamo anche equipaggiare oggetti che cambiano il nostro aspetto e le statistiche. All’inizio ce ne sono pochi, ma più nella trama, più nei negozi. Dobbiamo ottenere casualmente il resto dai nemici sconfitti. Se qualcuno avesse bisogno di un po’ di MMO in quella che teoricamente dovrebbe essere una rissa. Getta nella creazione di oggetti da ingredienti macinabili e il resto … anche dalla maci___one. Beh, forse sto esagerando, perché alcune cose possono essere acquistate nei negozi, ma le migliori, come negli MMO, devono… beh, indovina un po’.

Il problema con il sistema di combattimento è che è… quello che è. Non è né eccitante né noioso. All’inizio, respinge con superficialità, e quando acquisiamo alcune abilità speciali e anime Z migliori, assume un po’ di colore. Più tardi lo perde di nuovo: troviamo la build del personaggio preferita e basta. Il gioco non cerca nemmeno di incoraggiarci a sperimentare. Ad alcune persone potrebbe piacere, purtroppo mi sono annoiato dopo diverse ore di volo. E la lotta stessa? Non abbiamo troppe combi___oni senza brio. Sembra più facile combinare colpi con altri combattenti, ma l’IA è troppo stupida per questo e si dà fastidio, e i giocatori dal vivo di solito fanno tutto da soli. È solo che gli attacchi sembrano davvero fantastici di proposito e sono piuttosto diversi. Anche se non lo fossero, qualcuno dovrebbe spiegarsi. Ah, e un’altra cosa. Non ci sono abbastanza guerrieri tra cui scegliere nella base. Le variazioni di un personaggio con statistiche e pugni diversi non lo compensano. E lo dico da persona che non ha seguito l’anime con il fiato sospeso.

Quando si tratta di ambientazione audiovisiva, non c’è tragedia. Da un lato, abbiamo a che fare con una grafica abbastanza accattivante, che funziona a 30 frame al secondo fluidi. D’altra parte, i luoghi poveri di dettaglio non offrono alcuna distruzione dell’ambiente. Genki Dama gettato a terra non lascia traccia. Filo. Tutto scompare dopo pochi istanti. Capisco che la completa distruzione potrebbe uccidere la performance, ma ignorarla completamente è uno scherzo. In questo caso, gli sviluppatori dovrebbero darci un gioco con 60 frame al secondo. Anche se se dovesse perderli, sarebbe meglio stringere i denti e giocare mentre vai. E la musica? Quello nell’introduzione mi ha fatto sanguinare le orecchie. Quello nel gioco vero e proprio – sorprendentemente piacevole. Anche se non ricordo nessuna delle canzoni, alcune accelerano il ritmo e pompano sangue durante il combattimento.

Che cosa manca? Profondità. Soprattutto nel sistema di combattimento. Chat incrociata di 3 combo per caricare un attacco speciale, lanciarlo e ripeterlo non è ciò che entusiasma i giocatori. Puoi vedere che Dimps si è concentrato sulla storia (e sulla creazione di una piattaforma per il DLC), ma ciò non li esenta da nulla. I maggiori fallimenti, tuttavia, sono i server di gioco e i circhi che causano. Accesso in loop, che non possiamo annullare, espellendo dal gioco quando giochiamo da soli (sì! Il gioco perderà la connessione, ci rimanda comunque al menu). Dragon Ball Xenoverse è un titolo al confine con la categoria dei buoni giochi, con cui si possono trascorrere momenti piacevoli, ma che sono messi da soluzioni di sistema e server. Benvenuto, tanto atteso 21° secolo. Ciao giochi fusi con la rete. Nessuno come te può fare pressione sul giocatore.