Come saprete, il prossimo anno avrà luogo la prima della competizione per NBA 2K – stiamo parlando di NBA Live, una serie che ritorna dopo oltre 4 anni di pausa. Potrebbe sembrare che gli sviluppatori dello studio Visual Concept raggiungano le loro vette di abilità per mostrare a EA chi regna nel mercato dei giochi di basket. È successo?

Beh, non necessariamente. NBA 2K14 è ancora un ottimo gioco di basket, ma all’inizio va detto che i cambiamenti rispetto alla parte precedente sono molto lievi. Non solo: saranno evidenti alle persone che non hanno giocato molto nella parte dell’anno scorso. È improbabile che i “giocatori della domenica” notino differenze. La domanda è: il gioco è rivolto a queste persone?

Basket, creato da Visual Concept e pubblicato da 2K, è sempre stato rivolto a persone attivamente interessate al basket. La soglia di ingresso è ancora molto alta, a causa del livello di difficoltà. A partire dall’intelligenza artificiale, che nel gioco discusso oggi ci darà ancora più fuoco, passando per controlli che offrono grandi opportunità, per finire con una vasta gamma di giocatori con una varietà di abilità. No, VC non ha cambiato idea: questo non è un gioco per i giocatori della domenica. I principali cambiamenti riguardano lo sterzo. Sì! Questo è il terzo scudo di fila che cambia questa parte della produzione. Come puoi vedere, gli sviluppatori stanno cercando di scattare con la configurazione più ottimale… e sembra che ce l’abbiano fatta! All’inizio ero nervoso all’idea di dover imparare di nuovo il gioco da zero. Tutto il dribbling è fatto sul k**b destro ed è subito deviato. Se vogliamo smettere, tieni premuto il k**b. In precedenza, eravamo aiutati dal pulsante L2, ora viene utilizzato per il nuovo sistema di sorpasso, che è anche un diversivo interessante e che avvicina il gioco ancora di più a uno spettacolo televisivo. Nessun passaggio visivo che porta a una schiacciata efficace è una delle cose per cui amiamo l’NBA. Sfortunatamente, non tutto va bene nel nuovo sistema: lo stesso sistema dei lotti sopra menzionati ha sofferto. Forse ne è stato detto troppo: sono molto più difficili da implementare. Richiede molti più riflessi da parte nostra, durante il gioco ne vediamo molto meno rispetto a un anno fa – ma d’altro canto influisce sulla realtà dell’intero spettacolo. Fortunatamente, c’è un campo di addestramento che ti mostra esattamente come eseguire i movimenti di base. Nota: si consiglia la conoscenza del basket.

Anche il sistema di difesa è stato migliorato. Nelle versioni precedenti, i blocchi erano una vera rarità. Fortunatamente, anche questo elemento di gioco è stato aggiornato e finalmente i giocatori digitali sono aggiornati con le statistiche delle loro controparti reali. Questo elemento è stato implementato molto bene e il succoso “berretto” è molto divertente. Quasi quanto nella realtà. Inoltre, devi prenderti cura della palla: è molto più facile perdere, perdere la palla o perdere l’equilibrio del giocatore. Inoltre, sono state aggiunte le collisioni, il che rende queste perdite molto comuni, così come vari tipi di falli. Se ci innamoriamo di un “pompaggio” di un giocatore con il pallone, possiamo atterrare su di lui, provocando un urto spettacolare, finendo spesso con un fallo o… un infortunio. Bellissime anche le animazioni di un giocatore sbilanciato, che cerca di restare in palla a tutti i costi. Per quanto riguarda il livello audiovisivo, beh. È praticamente lo stesso di NBA 2K13. Guardando il gameplay stesso, non ci sono differenze nella grafica: si notano solo il suddetto sistema di collisione e alcune nuove animazioni. Il commento è ancora ottimo come prima: Steve Kerr e “il resto” hanno fatto un ottimo lavoro. Sono state registrate oltre 50 ore di nuove linee di dialogo per la nuova edizione! Oltre a ciò, c’è una colonna sonora. Sai, ognuno ha i propri gusti musicali, tuttavia, qualcosa che (apparentemente) LeBron James ha scelto si adatta molto bene all’atmosfera della produzione. Ascolteremo band come Daft Punk e Coldplay, oi popolari Macklemore e Kanye West.

Ho citato LeBron: il 28enne giocatore dei Miami Heat è il volto della produzione. Grazie a questo, la produzione include la modalità “LeBron: Path to Greatness”, in cui i creatori danno libero sfogo alla loro immagi___one e consentono al giocatore di dirigere il destino dell’indubbia leggenda ambulante della lega. È un peccato che l’intera faccenda si riduca al gioco dei prossimi giochi ed è difficile trovare una varietà nel gioco. Le altre modalità, infatti, sono rimaste invariate. Carriera, stagione, play-off o il destino del club nelle nostre mani: sappiamo già tutto. L’unica “novità”, a parte Path to Greatness, è MyCrew. Possiamo prendere parte a una partita online, prendendo il controllo del nostro giocatore, creato in modalità carriera. Vi ricordo che in 2K11 era presente anche MyCrew. Fortunatamente, sembra che le modalità di rete si siano sbarazzate dei problemi. Per una dozzina di duelli giocati, non ho avuto problemi con la stabilità dei server.

Negli ultimi anni, i giocatori di PC hanno avuto un enorme vantaggio su di noi, poveri giocatori di console. Mod. I giocatori si sono messi al lavoro e hanno creato ciò su cui Visual Concepts non aveva lavorato, che si trattasse dell’Eurolega o del campionato accademico. Quest’anno abbiamo a nostra disposizione i club più importanti del campionato europeo, tra cui Real Madrid, FC Barcelona, ​​​​Panathinaikos Atene e Maccabi Electra Tel Aviv. Sfortunatamente, le squadre non sono poste in una modalità speciale: le partite possono essere giocate solo sotto forma di partite amichevoli. È un peccato. Un’altra amara riflessione riguarda il problema che da anni affligge la serie. Vale a dire: interfaccia e menu. È una soluzione illeggibile e mal progettata in cui gli sviluppatori hanno vagato per molto tempo. Ricarica ad ogni passo, tutto va avanti, e sembra un po’ indulgente (beh, forse in 2K14 un po’ meglio) e, che dire, non funziona. Inoltre, i filmati – conferenze stampa, interviste con i club o il Draft stesso – sono zoccoli molto insensibili e brutti, inutili.

NBA 2K14 è la parte meno cambiata della serie da anni. Visivamente, otteniamo lo stesso, solo i controlli completamente cambiati (ancora una volta) sono stati migliorati, è stato aggiunto un nuovo sistema di blocchi, un’Eurolega troncata e… questo è tutto. Non fraintendetemi: è ancora un gioco di basket molto solido e fantastico. Tuttavia, consiglio la nuova versione alle persone che non avevano la versione precedente: il salto da 2K11 / 2K12 sarà evidente. Coloro che acquistano nuove versioni ogni anno sono probabilmente accaniti giocatori e fan dell’NBA. Queste persone stanno aspettando la nuova generazione di console, per la quale uscirà anche 2K14 – speriamo che il livello visivo sia buono come mostrato nei frammenti di gameplay negli spot pubblicitari. E che dire dei già citati giocatori della “domenica”? Non hai ancora niente da cercare in questa serie. La probabile salvezza sarà il ritorno di EA Sports e NBA Live 14, che dovrebbe essere un approccio più agile e rilassato allo sport. Vedremo.

Categorized in: