I giochi da cecchino sono relativamente rari se si considera che il genere sparatutto non è stato inferiore a pochi conigli su un ___d nell’ultimo decennio. E se compare una partita che ti manda in campo come un vero cecchino, la qualità spesso si rivela scadente.

Lo stesso si potrebbe dire di Sniper: Ghost Warrior lo scorso anno. Inoltre, il gioco potrebbe senza dubbio competere per il premio come peggior gioco dell’anno. Su SamaGame.net, il gioco ha comunque ottenuto un impressionante 2/10.

Beh, non è tutto oro quello che luccica, ma a quanto pare un milione di povere anime non sono riuscite a vedere attraverso la foglia d’oro di questo gioco, perché lo sviluppatore City Interactive ha annunciato oggi che il traguardo di un milione di copie vendute è stato raggiunto in ben sette mesi .

In confronto, uno dei migliori giochi di sempre, Psychonauts, ha venduto solo 100.000 copie nello stesso periodo di tempo.

Per chi fosse interessato: un sequel di Sniper: Ghost Warrior è in lavorazione e utilizzerà il CryEngine 3. Non è ancora noto quando uscirà.