Twitter sta prendendo sempre più seriamente l’incitamento all’odio e la condotta d’odio in generale sulla sua piattaforma nelle ultime settimane e sembra deciso a mantenere la sua promessa di rendere la piattaforma un posto più sicuro per tutti.

Recentemente, ha aggiornato le sue regole sull’incitamento all’odio per vietare il linguaggio disumanizzante che coinvolge la religione.

“Il nostro obiettivo principale è affrontare i rischi di danni offline e la ricerca mostra che il linguaggio disumanizzante aumenta tale rischio”. Twitter ha detto in un post sul blog che ha dettagliato il cambiamento. “Di conseguenza, dopo mesi di conversazioni e feedback da parte del pubblico, di esperti esterni e dei nostri team, stiamo ampliando le nostre regole contro la condotta odiosa per includere un linguaggio che disumanizza gli altri sulla base della religione”.

Twitter ora rimuoverà i tweet che diffondono questo particolare tipo di odio dalla sua piattaforma. L’azienda ha aggiunto un’immagine al post del blog con esempi dei tipi di commenti e post che non saranno più tollerati, che puoi vedere di seguito.

Eventuali Tweet di questo tipo creati prima che questa regola fosse impostata dovranno essere rimossi ma non vedranno l’account dell’utente sospeso, poiché sono stati scritti prima del divieto.

Twitter ha affermato di aver deciso di implementare questa regola dopo aver ricevuto feedback da 8.000 utenti Twitter di 30 paesi che si sono presentati con le loro idee su come migliorare ulteriormente la piattaforma e trasformarla in un luogo più sicuro per tutti.

Twitter per allegare etichette di avvertenza ai tweet di personaggi politici che violano le regole della piattaforma

Alcuni dei temi che sono stati riscontrati abbastanza spesso nel feedback inclusi, secondo Twitter:

Linguaggio più chiaro – “In tutte le lingue, le persone credevano che la modifica proposta potesse essere migliorata fornendo maggiori dettagli, esempi di violazioni e spiegazioni su quando e come viene considerato il contesto. Abbiamo incorporato questo feedback durante il perfezionamento di questa regola e ci siamo anche assicurati di fornire ulteriori dettagli e chiarezza in tutte le nostre regole “.

Restringi ciò che è considerato – “Gli intervistati hanno affermato che i” gruppi identificabili “erano troppo ampi e dovrebbero essere autorizzati a impegnarsi con gruppi politici, gruppi di odio e altri gruppi non emarginati con questo tipo di linguaggio. Molte persone volevano “richiamare i gruppi di odio in qualsiasi modo, in qualsiasi momento, senza paura”. In altri casi, le persone volevano essere in grado di riferirsi a fan, amici e follower in termini accattivanti, come “gattini” e “mostri”.

Applicazione coerente – “Molte persone hanno espresso preoccupazione sulla nostra capacità di applicare le nostre regole in modo equo e coerente, quindi abbiamo sviluppato un processo di formazione più lungo e approfondito con i nostri team per assicurarci che fossero meglio informati durante la revisione dei rapporti. Per questo aggiornamento è stato particolarmente importante dedicare del tempo alla revisione di esempi di ciò che potrebbe potenzialmente andare contro questa regola, a causa del cambiamento delineato in precedenza. “

Questi cambiamenti avvengono in un momento in cui le minoranze religiose vengono attaccate più apertamente online – dopotutto, è facile nascondersi dietro un avatar, un nome utente e la sicurezza di uno schermo.

Tuttavia, è noto che i social media hanno svolto un ruolo importante nei recenti attacchi orientati alla religione: la follia omicida a Christchurch, in Nuova Zelanda, rappresenta ancora uno degli esempi più prolifici di questo problema.

L’australiano Bill punisce i social network per non aver rimosso i contenuti violenti

Parlando rigorosamente da un punto di vista degli Stati Uniti, l’Anti-Defamation League ha rilevato che il 37% degli americani ha subito un forte odio e molestie online nel 2018.

Un sondaggio più recente ha affermato che il 35% dei musulmani e il 16% degli ebrei hanno sperimentato incitamento all’odio online, basato strettamente sulla loro affiliazione religiosa.

Categorized in: