Apple Watch, la sua interfaccia e la televisione Apple, ci sarà una connessione?.

Ad ogni presentazione Apple ci si chiede quale sarà il prossimo passo, quale nuovo prodotto mostreranno al prossimo evento. Una settimana fa abbiamo conosciuto il nuovo iPhone, l’Apple Watch e l’Apple Pay, una novità di cui si era già parlato. Pochi giorni dopo Tim Cook, attuale amministratore delegato della società, ha rilasciato un’intervista in cui sono state messe sul tavolo diverse questioni.

E uno di loro ha fatto riferimento alla televisione che ha sempre commentato che potrebbero svilupparsi ma non finiscono mai di arrivare. Non era un modo diretto per dirlo ma con le sue parole quello la televisione è uno di quei prodotti che non si è evoluto dagli anni settantaha praticamente confermato di avere in programma di cambiare la situazione.

Apple Watch, la sua interfaccia e la televisione Apple, ci sarà una connessione?

AppleTV

Che i televisori non si siano evoluti sorprendentemente negli ultimi anni è vero ma non categoricamente. Abbiamo visto come nuove tecnologie (Plasma, LCD o OLED) ci consentono una qualità dell’immagine superiore. Ancora di più ora che abbiamo pannelli 4K UHD e persino occasionali prototipi 8K. Ciò che non è cambiato è stata la base del suo funzionamento nonostante le varie proposte.

Il motivo principale per cui l’esperienza rimane praticamente intatta è che solo internet potrebbe modificarla, ma lì abbiamo due problemi. Da una parte i gruppi televisivi e le diverse reti televisive che si rifiutano di cambiare modello di business. Per sostenere le spese importanti devono trovare per lo più una formula pubblicitaria, che permetta loro di continuare a pagare. È complicato e gli abbonamenti funzionano, ma devono aggiungere valore. E, naturalmente, qualcuno pagherebbe per guardare Telecinco?

Apple Watch, la sua interfaccia e la televisione Apple, ci sarà una connessione?

L’altro neo è già colpa dei produttori che non sembrano trovare la formula magica per definire una piattaforma Smart TV che faccia innamorare. Per le opzioni abbiamo Samsung, per l’usabilità per LG ma né l’una né l’altra finiscono per emergere, essendo il motivo per cui acquisti davvero uno dei loro televisori.

Ed è che la maggior parte delle Smart TV sembra essere stata sviluppata pensando alla stessa esperienza che abbiamo in uno smartphone. Grosso errore. Perché non abbiamo un metodo di controllo agile come il touch screen di questi né gli ordini vengono trasmessi alla stessa velocità. Pertanto, con il controllo tradizionale rallentiamo solo qualsiasi azione che vogliamo fare oltre ad alzare il volume o cambiare canale.

Apple Watch, la sua interfaccia e la televisione Apple, ci sarà una connessione?

Nuova Apple TV, il primo passo

Per quanto sembrino voci e senza mai poter escludere alcuna possibilità, la mia opinione è che il primo passo nella modernizzazione o rivoluzione della televisione da parte di Apple sarà il nuova AppleTV. Lanciare una televisione dirompente contro le opzioni attuali è complicato. Pertanto, niente di meglio che iniziare con ciò che dovrebbe attrarre gli utenti: il software.

Se guardi l’Apple Watch, una futura Apple TV potrebbe seguire la stessa sequenza temporale dell’orologio. Cioè, Google presenta Android Wear, i produttori lanciano le loro prime versioni, Apple presenta il suo Apple Watch e introduce miglioramenti a livello di usabilità. O almeno proposte per realizzarli.

Apple Watch, la sua interfaccia e la televisione Apple, ci sarà una connessione?

L’”Android Wear” di Apple TV sarebbe Android TV, il sistema operativo di Google da includere nei set top box così come in alcuni televisori di produttori come Sony. Il sistema di Google progettato per la TV offre interessanti novità, la più importante è la sua interfaccia e la possibilità di giochi. Senza dimenticare un’altra alternativa che abbiamo già visto, il Kindle Fire TV.

Ora immagina una Apple TV con un’interfaccia simile a quella dell’Apple Watch, con un telecomando con una disposizione dei pulsanti simile a quella dell’orologio. Se l’orologio ha un grande impatto e gli utenti si adattano alla sua interfaccia, potrebbe essere un’ottima proposta portarlo su un televisore. Inoltre, potremmo persino controllarlo con l’orologio o i dispositivi iOS.

Un prodotto molto complicato

Apple ha sempre avuto un talento per ridefinire, migliorare e creare nuove categorie di prodotti. O almeno utile e sistemato. Ma sui televisori è molto complicato. La principale lamentela di ogni utente è la sua velocità operativa. Qualcosa che non è facile da risolvere a causa di più processori quad core che integrano. Perché già il semplice fatto di avere uno schermo così grande genera una certa sensazione di pesantezza se l’interfaccia non è fluida.

Apple Watch, la sua interfaccia e la televisione Apple, ci sarà una connessione?

Inoltre, i grandi produttori come Sony, LG, Samsung o Panasonic, tra gli altri, non lo renderanno affatto facile. Nemmeno Roku, che sembra aver siglato diverse alleanze per portare i propri servizi oltre i confini di USA o Canada. Spero che le mie idee non siano così inverosimili, che non mi sbagli molto e che vedremo presto quella Apple TV vitaminizzata che servirà come primo passo per una futura Apple TV.

In Engadget | Roku vede una grande opportunità in Spagna