Billy Mitchell, l’ex campione di “Donkey Kong”, ora minaccia di fare causa se i suoi record e punteggi non verranno ripristinati.

Nell’aprile 2018, dopo un’indagine di tre mesi, Twin Galaxies, la principale autorità mondiale per la registrazione di videogiochi, ha concluso che Billy Mitchell, alias il “Re di Donkey Kong”, aveva barato mentre cercava di stabilire due dei suoi record mondiali. Detto questo, Twin Galaxies ha deciso di privare Mitchell di tutti i suoi record, compresi quelli che non erano in discussione, oltre a porgli il veto da qualsiasi competizione futura.

Ora, più di un anno dopo, Billy Mitchell è tornato con un documento di 156 pagine che sostiene contenga prove sufficienti per dimostrare che non hai mai traditooltre a una causa sotto il braccio se Twin Galaxies non ripristina i suoi record, lo rimette in classifica e gli permette di competere di nuovo.

Billy Mitchell afferma di essere ancora il “Re di Donkey Kong”

18 mesi dopo essere stato bandito e rimosso da tutti i tabelloni, Billy Mitchell minaccia di intraprendere azione legale contro Twin Galaxies e Guinness World Records per averlo privato dei suoi recordQuesto dopo aver scoperto, presumibilmente, che due di loro erano stati ottenuti illegittimamente.

Billy Mitchell, l’ex campione di “Donkey Kong”, ora minaccia di fare causa se i suoi record e punteggi non verranno ripristinati

Mitchell chiede a entrambe le agenzie di ritrattare e di ripristinare i suoi punteggi., alcuni dei quali raggiunti all’inizio degli anni ’80. E il veto a Mitchell è arrivato pochi giorni prima che il Guinness World Records lo riconoscesse come uno dei giocatori più importanti di tutti i tempi.

Sulla base di una ricerca, condotta in modo indipendente da Twin Galaxies, è stato determinato che Mitchell aveva ottenuto il suo punteggio utilizzando un emulatore MAME “possibilmente” modificato e non un tabellone di gioco arcade originale.. Questa ricerca è arrivata dopo un’analisi completa al Donkey Kong Forum alla fine del 2017 ha mostrato “disparità tecniche” tra le immagini mostrate sul nastro di Mitchell e come funziona un gioco renderizzato in modo nativo, fotogramma per fotogramma.

Billy Mitchell, l’ex campione di “Donkey Kong”, ora minaccia di fare causa se i suoi record e punteggi non verranno ripristinati

A dicembre 2017, Forum di Donkey Kong ha formalmente accusato Mitchell di utilizzare una versione emulata del gioco, nonché il metodo di ripetizione delle immagini per rappresentare un tentativo continuo e autentico di gioco. Con questo in mente, Twin Galaxies ha aperto una propria indagine nel gennaio 2018, le cui conclusioni sono state rese note nell’aprile dello stesso anno con il veto e l’elimi___one di Mitchell.

Ora, nella lettera inviata a Twin Galaxies, Mitchell afferma di essere stato diffamato per tutto questo tempo, oltre a questo non era giusto che venissero cancellati anche i suoi archivi che non erano in dubbio. Ciò include, ad esempio, il tuo “punteggio perfetto” in “Pac-Man” (che sta raggiungendo il numero massimo di punti disponibili dai suoi 255 livelli).

Billy Mitchell, l’ex campione di “Donkey Kong”, ora minaccia di fare causa se i suoi record e punteggi non verranno ripristinati

Secondo gli avvocati di Mitchell, Il Guinness World Records si è basato sulla conclusione di Twin Galaxies senza aver svolto le proprie ricerche, che ha causato l’esclusione di Mitchell dall’edizione 2019 dei Guinness Records nella sua sezione “Gamers Edition”. Infatti, in tale edizione si dice che “le partiture inviate da Mitchell sono state ottenute utilizzando MAME “, che si applica a tutte le partiture Mitchell dal 1982, quando non lo è, poiché MAME è stato creato nel 1997.

Quella lettera sostiene anche questo Twin Galaxies non ha mai permesso a Mitchell di presentare prove della sua innocenza, e che “le prove sono state accettate mentre le prove della stessa categoria sono state respinte”. Ora, insieme a questa lettera, Mitchell sta presentando un documento di prova di 156 pagine, con dichiarazioni firmate e altro materiale che presenta il punto di vista di Mitchell sul caso.

Billy Mitchell, l’ex campione di “Donkey Kong”, ora minaccia di fare causa se i suoi record e punteggi non verranno ripristinati

Gli avvocati di Mitchell stanno dando Guinness World Records e Twin Galaxies due settimane per ritrattare, oppure ricorreranno al “ricorso legale”. La Guinness è inoltre tenuta a condurre le proprie indagini utilizzando il pacchetto di prove presentato da Mitchell. E concludono dicendo che in caso di rifiuto di questa richiesta, la Guinness si “nasconderà dietro la sua associazione con Twin Galaxies e sarà percepita come un rifiuto di questa richiesta di ritrattazione”.