In quella che può essere descritta solo come una mossa scioccante, eppure probabilmente ancora inevitabile, Apple ha deciso di rimuovere il popolarissimo gioco battle royale Fortnite dall’App Store.

Aggiornamento n. 3 (13/08/2020): Google ha seguito l’esempio e ha ritirato Fortnite dal Play Store, il che significa che Fortnite non è scaricabile in questo momento dal negozio digitale ufficiale di Google. Tuttavia, a differenza dei dispositivi iOS, gli utenti Android possono comunque scaricare il gioco direttamente dal sito web di Epic.

Aggiornare #2 (13/08/2020): Fortnite ha rilasciato il riff “annuncio” sull’annuncio originale del 1984 di Apple, chiedendo alle persone di assicurarsi che il 2020 non diventi il ​​nuovo “1984” nella sua lotta contro il “Monopoli dell’App Store”. Guarda il video qui di seguito.

Aggiornamento n. 1 (13/08/2020): Apple non ne uscirà senza alcuni problemi legali, a quanto pare. Epic Games ha twittato oggi una conferma che la società ha presentato documenti legali contro Apple alla luce della sua decisione di rimuovere Fortnite dall’App Store. Puoi leggere l’intero documento legale se sei curioso, che è un reclamo per provvedimento ingiuntivo mentre Epic Games fa causa ad Apple. Epic si sta appoggiando alle tattiche anticoncorrenziali nei documenti legali.

Ecco il tweet di Epic Games:

Fortnite@FortniteGameEpic Games ha presentato documenti legali in risposta ad Apple, leggi di più qui: https://t.co/c4sgvxQUvb21:33 · 13 ago 202068,6K8,7K

L’articolo originale continua di seguito.

A seguito della decisione di Epic Games di aggiungere i pagamenti diretti al gioco iOS Fortnite, seguendo di pari passo le altre versioni del gioco su piattaforme come Xbox One e PC, Apple ha preso una decisione tutta sua: rimuovere il gioco dall’App Store . Apple ha anche fornito una dichiarazione in merito a The Verge, affermando che Epic Games ha deciso di violare le regole dell’App Store e, di conseguenza, Fortnite è stato ritirato dal negozio digitale:

Oggi, Epic Games ha compiuto lo sfortunato passo di violare le linee guida dell’‌App Store‌ che vengono applicate allo stesso modo a tutti gli sviluppatori e progettate per mantenere lo store sicuro per i nostri utenti. Di conseguenza la loro app Fortnite è stata rimossa dallo store. Epic ha abilitato una funzionalità nella sua app che non è stata esaminata o approvata da Apple, e lo ha fatto con l’esplicito intento di violare le linee guida dell’App Store relative ai pagamenti in-app che si applicano a tutti gli sviluppatori che vendono beni o servizi digitali.

Epic ha app su ‌App Store‌ da un decennio e ha beneficiato dell’ecosistema ‌App Store‌, inclusi gli strumenti, i test e la distribuzione che Apple fornisce a tutti gli sviluppatori. Epic ha accettato liberamente i termini e le linee guida dell’‌App Store‌ e siamo lieti che abbiano costruito un’attività di tale successo sull’‌App Store‌. Il fatto che i loro interessi commerciali ora li portino a spingere per un accordo speciale non cambia il fatto che queste linee guida creano condizioni di parità per tutti gli sviluppatori e rendono il negozio sicuro per tutti gli utenti. Faremo ogni sforzo per lavorare con Epic per risolvere queste violazioni in modo che possano restituire Fortnite all’‌App Store‌.

All’epoca non si sapeva se Epic Games avesse ottenuto un’autorizzazione speciale da Apple, ma vale la pena notare che Epic Games aveva anche chiamato Apple e Google per commissioni “esorbitanti” relative agli acquisti in-app. E per chi fosse interessato, ecco la regola dell’App Store in violazione qui:

3.1.1 Acquisto in-app:

  • Se desideri sbloccare caratteristiche o funzionalità all’interno della tua app (ad esempio: abbonamenti, valute di gioco, livelli di gioco, accesso a contenuti premium o sblocco di una versione completa), devi utilizzare l’acquisto in-app. Le app non possono utilizzare i propri meccanismi per sbloccare contenuti o funzionalità, come chiavi di licenza, marcatori di realtà aumentata, codici QR e così via. Le app e i relativi metadati non possono includere pulsanti, collegamenti esterni o altri inviti all’azione che indirizzano i clienti ai meccanismi di acquisto diversi dall’acquisto in-app.

Epic Games non uscirà senza combattere, né tace sulla questione. In risposta alla rimozione di Fornite dall’App Store e in risposta al commento di Apple in merito, lo sviluppatore ha inviato questo tweet:

Fortnite@FortniteGameFortnite Party Royale presenterà in anteprima un nuovo cortometraggio: Nineteen Eighty-Fortnite. Unisciti a noi alle 16:00 ET. https://t.co/BWvndK3gDt20:54 · 13 ago 202028,3K2,3K

È un’ovvia riproduzione dell’annuncio originale di Apple del 1984, quindi è degno di nota da solo. Ma varrà anche la pena vedere cosa ha da aggiungere Epic Games sulla questione in questione.

Tieni presente che Tim Sweeney, CEO di Epic Games, ha dichiarato di voler davvero portare l’Epic Games Store, il negozio digitale di Epic, sui dispositivi iOS.

Cosa ne pensi? Apple ha torto qui? O Epic Games si sta sforzando troppo per provocare scalpore?