Terzo insediamento vichingo trovato in America

Ξ LATEST

Terzo insediamento vichingo trovato in America

Un nuovo monumento scandinavo è stato scoperto utilizzando immagini satellitari.

Le saghe islandesi raccontano come, a cavallo tra il X e l’XI secolo, gli scandinavi raggiunsero il Nuovo Mondo. Prove materiali del loro viaggio furono trovate solo nel 1960, quando fu scoperto l’insediamento vichingo di L’Anse aux Meadows nella parte settentrionale dell’isola di Terranova. Da allora, per più di 60 anni, gli archeologi hanno cercato altre tracce della presenza degli scandinavi nel Nord America. Molte volte gli esperti hanno annunciato che la ricerca aveva avuto successo, ma successivamente queste notizie non sono mai state confermate.

Scavi a Point Rosey. Sulla destra c’è Sarah Parkak. Foto: Greg Mumford/Università dell’Alabama a Birmingham. Un pezzo di minerale di ferro proveniente dagli scavi di Point Rosey. Foto: Greg Mumford/Università dell’Alabama a Birmingham. Immagine satellitare di un possibile insediamento vichingo. Foto: DigitalGlobe. ‹ › Apri a schermo intero

Perché gli insediamenti vichinghi sono così difficili da trovare? In primo luogo, non ce n’erano quasi molti (anche se ce n’erano più di uno). In secondo luogo, anche i reperti legati alla cultura scandinava non sempre dimostrano di per sé la presenza di un insediamento. Ad esempio, nella città di Brooklyn (Maine) è stata scoperta una moneta scandinava d’argento dell’XI secolo, ma non sono state trovate altre tracce della presenza di “ospiti” dal Nord Europa. Probabilmente non furono loro a portare qui la moneta, ma gli indiani che commerciarono con i vichinghi.

Ecco perché gli scavi a lungo termine sono così importanti. È stata una ricerca a lungo termine che ha permesso di scoprire il secondo insediamento vichingo nel Nord America. La sua scoperta è stata annunciata lo scorso anno da Patricia Sutherland, professoressa associata alla Memorial University di Terranova e ricercatrice presso l’Università di Aberdeen in Scozia. Il secondo villaggio si trova nella Tanfield Valley, sull’isola di Baffin (Canada Artico). Il fatto che i Vichinghi vivessero lì è testimoniato da numerosi reperti: resti di ratti del Vecchio Mondo; una pala di osso di balena, simile allo stesso attrezzo proveniente dalla Groenlandia; pietre lavorate secondo la tradizione edilizia europea; edifici in pietra, molto simili alle case groenlandesi degli scandinavi. Ma le prove principali erano corde e pietre per affilare. Le corde erano tessute con fibre, mentre i cacciatori locali le realizzavano con tendini. Sulle macine si conservavano microscopiche tracce metalliche di prodotti in leghe di rame, mentre la popolazione indigena non conosceva la metallurgia.

Un nuovo insediamento scandinavo è stato trovato analizzando le immagini satellitari ad alta risoluzione. Studiando queste fotografie, Sarah Parcak, assistente professore di antropologia presso l’Università dell’Alabama a Birmingham, ha trovato centinaia di siti che potrebbero contenere monumenti. Il sito sulla costa sud-occidentale di Terranova, a circa 500 chilometri dal “primo” insediamento vichingo di L’Anse aux Meadows, si è rivelato il più promettente. Questo posto si chiamava Point Rosee.

La foto di Point Rosie mostrava una macchia scura con alcune strutture rettangolari. Come hanno stabilito che si trattava di un insediamento scandinavo? Innanzitutto, gli archeologi hanno esaminato il monumento utilizzando un magnetometro: misura il campo magnetico e rileva anomalie – oggetti le cui proprietà magnetiche differiscono dall’ambiente. Di norma, un magnetometro è in grado di determinare la posizione degli oggetti che hanno preso fuoco (edifici bruciati, resti di forni e fucine), nonché tracce di fucina e produzione metallurgica. Le indagini magnetiche a Point Rosie hanno mostrato la presenza di grandi quantità di ferro. I ricercatori hanno effettuato piccoli scavi in ​​cui hanno trovato resti di muri di torba, accumuli di cenere, pezzi di minerale con tracce di fuoco (ferro di palude), nonché un grande masso spaccato dal fuoco. Questi reperti sono un segno incondizionato dell’esistenza della metallurgia (come abbiamo già detto, era sconosciuta alla popolazione locale).

Ma forse stiamo guardando un monumento di un tempo completamente diverso? Per escludere questa possibilità, gli archeologi hanno utilizzato il metodo della datazione al radiocarbonio. Consente di determinare l’età degli oggetti realizzati con materiali organici in base al contenuto di isotopi di carbonio radioattivo. I risultati dell’analisi hanno indicato l’era scandinava. Inoltre, durante gli scavi, gli archeologi non hanno trovato oggetti che potessero essere datati in tempi successivi o che potessero essere attribuiti ad un’altra cultura.

“È come se il monumento gridasse: ‘Scavatemi!'”, dice Sarah Parcak. Gli archeologi intendono rispondere all’appello nell’estate del 2016. Nel frattempo, non tutti gli esperti condividono l’ottimismo di Sarah Parcak, il che non sorprende: se la presenza dei Vichinghi a Point Rosie può essere dimostrata, questo sarà solo il terzo dei loro insediamenti in America trovato in 50 anni di ricerche.

Basato su materiali del New York Times.

hot Honor conferma che sta lavorando al proprio anello intelligente. Sarà un complemento al tuo impegno per la salute


hot Come disattivare automaticamente il WiFi di casa negli orari che preferisci


hot Tocca a te decidere qual è il miglior gioco spagnolo di tutti i tempi. Tra 50 candidati, l'industria ___onale e U-Tad cercano di dare prestigio alla nostra storia


hot Crea un USB avviabile con GNU/Linux da utilizzare su qualsiasi computer


hot Dalla sala giochi a casa. TMNT Arcade: Wrath of the Mutants in arrivo su Xbox e PC quest'anno


hot Amazon Prime Video fissa una data per l'arrivo degli annunci in Spagna. Questo è l'importo che devi pagare se vuoi continuare a guardare le loro serie e i loro film senza pubblicità


hot Il nuovo gameplay di Bodycam, videogioco sparatutto iperrealistico, ci mostra 40 minuti di scontri a fuoco e operazioni notturne


hot Immagina di essere così sfortunato da rilasciare il tuo soulslike lo stesso giorno del DLC Elden Ring. Enotria The Last Song RPG è posticipato fino a nuovo avviso


hot Qual è stato il tuo gioco Xbox Game Pass preferito di febbraio?


hot Il prossimo grande aggiornamento di Windows 11 è "Moment 5" e queste sono le novità che include



Owen Cox

Incontra Owen Cox, un giocatore appassionato con una ricca storia nel mondo dei giochi. Dal possedere quasi tutte le console dall'Atari 2600 all'indulgere nei giochi per oltre due decenni, l'amore di Owen per i giochi non conosce limiti. Con esperienza nella vendita al dettaglio di giochi, ha avuto l'opportunità di immergersi nella vivace comunità di gioco e condividere la sua esperienza con altri appassionati. Inoltre, Owen ha lavorato presso Deloitte USI, affinando le sue capacità professionali in un ambiente dinamico. Attualmente, come specialista dell'inventario presso Best Buy, continua a contribuire al panorama in continua evoluzione della tecnologia e dei giochi.