“Sono stato fortunato. Ho vissuto una vita straordinaria, esplorando l’universo e partecipando a una o due feste”.

Con queste parole apre la serie di documentari “I luoghi preferiti di Stephen Hawking”una di quelle gemme nascoste che il maestro ha realizzato prima di lasciarci e che ora, per la prima volta, possiamo vedere su internet gratuitamente, anche se per un tempo limitato.

‘I luoghi preferiti di Stephen Hawking’ è narrato e interpretato dallo stesso professore, che in questa occasione pilota un’astronave e portaci a fare una passeggiata intorno all’universo attraverso immagini generate al computer. Un viaggio che ora diventa più rilevante per la sua partenza.

Tutti a bordo della ‘SS Hawking’

La perdita di Stephen Hawking ci ha lasciato un vuoto irreparabile. Fortunatamente il professore ci ha lasciato un’importante eredità con tutto il suo lavoro e la sua ricerca. E ora grazie a questo documentario in tre parti, possiamo avere una visione più intima da allora Lo stesso Hawking è colui che ci racconta i suoi luoghi preferiti nell’intera galassia.

Stephen Hawking è il pilota della “SS Hawking”, una nave (ovviamente fittizia) che esplora le meraviglie interstellari del cosmo, oltre che del nostro pianeta. Oltre a narrare, Hawking ci racconta anche le sue teorie e le sue opere, il tutto in modo accattivante e molto divertente.

‘I luoghi preferiti di Stephen Hawking’ è suddiviso in tre parti di meno di 30 minuti. Nell’episodio 1, Hawking ci porta dai buchi neri al Big Bang e da Saturno a Santa Barbara, in California. Nell’episodio 2, il professore si tuffa nella ricerca della teoria del tutto. E nell’episodio 3, vengono discusse le paure di Hawking riguardo all’intelligenza artificiale.

Il documentario è una produzione CuriosityStream in collaborazione con il produttore Bigger Bangche ha pubblicato il primo episodio a settembre 2016. Il terzo e ultimo episodio era previsto per il 19 aprile 2018, ma a causa della morte di Hawking si è deciso di anticiparne la prima.

Ora per le cattive notizie. CuriosityStream ha i diritti esclusivi su questo documentario, quindi è disponibile solo attraverso il suo servizio di streaming. Ora in occasione della morte di Stephen Hawking, la piattaforma ha deciso di rendere disponibili a tutti le tre parti del documentario, ovviamente, con l’obiettivo che le persone finiscano per abbonarsi al servizio, dove va notato che ci sono più programmi dedicati a Hawking.

“I luoghi preferiti di Stephen Hawking” sarà disponibile gratuitamente solo fino al 23 marzo, e dopo quella data dovremo abbonarci. L’altro dettaglio è che il documentario è disponibile solo in inglese, con sottotitoli esclusivamente in quella lingua, anche se vale la pena ascoltare la “voce” dell’insegnante accompagnata dalle immagini.

Maggiori informazioni | CuriosityStream