Se la PS4 può vantare qualcosa rispetto a Xbox One -beh, può vantarne più di uno- è dal loro catalogo di esclusiveche sono uno dei chiari motivi per cui i giocatori scommettono sulla console di Sony a favore di quella di Microsoft.

Quest’ultimo aveva una filosofia aperta al riguardo e fino ad ora aveva finito per pubblicare alcuni dei suoi titoli esclusivi per PS4 e Nintendo Switch, ma d’ora in poi cambierà. Alla Microsoft Richiedi “nessun piano” per rilasciare più titoli esclusivi Xbox su PS4 e Nintendo Switch. Le ragioni sono ovvie e puntano al futuro di un segmento in pieno svolgimento.

Microsoft smette di aprirsi a tutto ea tutti

Le osservazioni sono state fatte da un portavoce di Microsoft in una dichiarazione pubblicata su GamesIndustry.biz. Lì, i funzionari Microsoft lo hanno affermato dopo un anno “emozionante”. per loro hanno capito che c’erano impegni con altre piattaforme che hanno onorato.

L’annuncio arriva sulla scia della conferma di Nintendo che “Ori and the Blind Forest Definitive Edition” arriverà presto su Nintendo Switch. dopo la prima pubblicazione come titolo esclusivo da Xbox One e PC. Prima c’erano stati altri casi come ‘Cuphead’, anch’esso apparso prima come esclusiva e poi apparso per Switch.

“Tuttavia”, hanno continuato, “in futuro, questi nuovi studi si concentreranno sulla creazione di giochi per le nostre piattaforme. Non abbiamo in programma di espandere ulteriormente i nostri giochi esclusivi auto-sviluppati ad altre console.. ”

Tali affermazioni sono in netto contrasto con la mentalità apparentemente aperta che Microsoft aveva esercitato in passato nel campo dei videogiochi, soprattutto nel campo del cross-play che si erano difesi con le unghie e con i denti – è successo con Fortnite, ad esempio – mentre i loro concorrenti erano chiusi in fascia, almeno inizialmente.

In effetti, Microsoft afferma di “credere profondamente nel cross-play”, ma sembra chiaro credere in quella zona quando non ne condiziona la loro esclusiva: puoi giocare a titoli cross-play che compaiono su tutte le piattaforme – se gli sviluppatori lo vogliono, ovviamente – ma non quelli di Microsoft, che saranno esclusivi e disponibili solo per Xbox One e PC.

Proteggere (un po’) il futuro

Le ragioni di questa mossa sembrano chiare e probabilmente sono orientate a incrementare il tuo business di videogiochi nel prossimo futuro. Quel futuro cambierà notevolmente dal prossimo annoe Microsoft vuole provare a rendere il suo ecosistema il più attraente per i giocatori quando arriverà quel futuro.

Prima di tutto, per via del gioco cloudQuei giochi esclusivi saranno disponibili per Xbox One e PC, ma potrebbero essere un’ulteriore pretesa per potenziare la loro piattaforma di cloud gaming, xCloud. “Se vuoi giocare alle nostre esclusive su qualsiasi dispositivo, puoi farlo, ma solo tramite xCloud”, potrebbe essere il messaggio di questi dirigenti: è un modo per non promuovere altre piattaforme quanto il proprio servizio di streaming.

In secondo luogo, per il successo della sua futura console, Project Scarlett, il successore di Xbox One, che dovrà competere con una PS5 non solo a livello hardware, ma ovviamente a catalogo. E come si dice se c’è qualcosa in cui la PS4 si è tradizionalmente distinta rispetto alla rivale, è stata nel suo catalogo di esclusive.

Microsoft vuole vendere molte console e quelle esclusive per Xbox One, Project Scarlett e PC potrebbero aiutare a raggiungere questo obiettivo. Sta arrivando una guerra davvero spettacolare delle piattaforme di gioco tradizionali e delle piattaforme di gioco in streaming e Microsoft non vuole aiutare i suoi rivali a vincere alcune battaglie in quella guerra. Vedremo come uscirà il gioco.