Microsoft non è impressionata dalle nuove linee guida di Apple per i servizi di streaming di giochi.

Oggi, Apple ha apportato alcune modifiche al processo di revisione relativo all’App Store. Sebbene la società abbia apportato una manciata di modifiche, quella più importante si concentra sui servizi di streaming di giochi. Tuttavia, almeno un’azienda non è entusiasta delle nuove prospettive.

Fino ad oggi, quando Apple ha apportato le modifiche, i servizi di streaming di videogiochi non erano consentiti sull’App Store. Ora, tecnicamente, non è più così. Apple è più che felice di consentire a questi servizi di entrare nell’App Store, ma devono seguire le regole. Ciò include l’invio di ogni singolo gioco disponibile sul servizio di streaming per una revisione indipendente. Questi giochi devono essere inviati anche come app separate, con pagine di desti___one, recensioni e quant’altro all’interno dell’App Store.

Microsoft non è impressionata dalle nuove linee guida di Apple per i servizi di streaming di giochi

Il risultato finale, basato sulle regole di Apple, è un sistema di consegna in stile “catalogo”, che si collegherà a questi singoli giochi.

The Verge ha ricevuto un commento da Microsoft e definisce l’implementazione di Apple “una brutta esperienza per i clienti”.

Microsoft non è impressionata dalle nuove linee guida di Apple per i servizi di streaming di giochi

Questa rimane una brutta esperienza per i clienti. I giocatori vogliono entrare direttamente in un gioco dal loro catalogo curato all’interno di un’app, proprio come fanno con film o canzoni, e non essere costretti a scaricare oltre 100 app per giocare a singoli giochi dal cloud. Ci impegniamo a mettere i giocatori al centro di tutto ciò che facciamo e fornire una grande esperienza è fondamentale per questa missione.

La regola di Apple secondo cui ogni singolo gioco all’interno di questi servizi è disponibile individualmente significa che saranno tutti soggetti alla commissione del 30% di Apple. Questo è certamente qualcosa di cui aziende come Microsoft, Google e altri sono ben consapevoli.

Microsoft non è impressionata dalle nuove linee guida di Apple per i servizi di streaming di giochi

Inoltre, il rapporto originale rileva che Microsoft sottolinea che Netflix, Hulu e gli altri servizi di streaming che si affidano ai video non devono seguire le stesse regole. Apple ha in genere visualizzato i contenuti interattivi in ​​modo diverso, ma i giochi sono maturi per gli acquisti in-app mentre i video no. Il gioco rimane uno degli aspetti più importanti dell’App Store e non è probabile che cambi presto.

Apple sta cercando di estendere un ramoscello d’ulivo qui, ma ci sono molte spine su quel ramo. Tuttavia, Microsoft non esclude del tutto la possibilità che il suo servizio di streaming xCloud possa un giorno arrivare su iOS. Ma, allo stato attuale, Microsoft chiaramente non è contenta delle nuove linee guida di Apple.

Microsoft non è impressionata dalle nuove linee guida di Apple per i servizi di streaming di giochi

Cosa ne pensi? Microsoft lavorerà secondo le linee guida di Apple per lanciare xCloud su iOS? Fateci sapere nei commenti.