A Montpellier, i registi in erba del concorso “Film the future” accettano una nuova sfida e immaginano il loro sogno dei Giochi Olimpici

Ξ News

A Montpellier, i registi in erba del concorso “Film the future” accettano una nuova sfida e immaginano il loro sogno dei Giochi Olimpici

In previsione delle Olimpiadi di Parigi 2024, il concorso offre ai giovani cineasti amatoriali la possibilità di realizzare un cortometraggio sul tema “Dream your Olympics”. Il verdetto sarà dato il 17 novembre durante il festival Cinébanlieue.

Alla vigilia dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, la quarta edizione del concorso Filme l’avenir si pone sotto la fiamma olimpica. I partecipanti devono realizzare un cortometraggio di un minuto e mezzo.

Fino al 25 agosto 2023, il tour Filme l’avenir attraversa 18 città francesi. Tra questi Montpellier dove erano presenti i giovani.

Film con i professionisti

Sotto la supervisione di professionisti del cinema, i giovani apprendisti registi scoprono tutte le tecniche di base. Hanno anche scritto la loro sceneggiatura. “Possiamo vedere concretamente come va dietro la macchina da presa, come le riprese o il montaggio”, spiega un partecipante.

Quest’anno il tema del concorso è “Dream your Olympic Games”. Jad non ha esitato ad immergersi letteralmente nel suo progetto. È in piscina che il giovane gira le scene del suo film con la sua attrice. “Sto cercando di scrivere una poesia d’amore che racconti la storia tra un uomo pesce e un nuotatore che cerca di qualificarsi per le Olimpiadi. In questo cortometraggio di 90 secondi, cerchiamo di vedere come sia possibile la loro storia d’amore. rivela.

Poco più avanti, un’altra squadra ha scelto di affrontare il tema del doping nel mondo del pugilato. Sul set il silenzio e la concentrazione sono fondamentali. Telefono alla mano, il giovane regista dettaglia tutte le sue sequenze. “Li filmeremo man mano che procediamo e poi faremo il montaggio”, lui spiega.

Rendi accessibili le carriere cinematografiche

I tempi sono stretti, un giorno per girare e montare il film, con in palio il vincitore, la distribuzione e il sostegno del mondo del cinema. “Spesso pensiamo di non avere il diritto di fare lavori cinematografici, non osiamo sognarlo e l’idea è di minimizzare tutto questo e mostrare che è accessibile a tutti. », riferisce Samir Abdessaied, coordinatore di Filme l’Avenir.

Il sistema Filme l’avenir è stato lanciato nel 2020, al termine del primo parto, dall’associazione Les Amis du Comedy Club (di Jamel Debbouze), in collaborazione con France Télévisions e il Ministero della Cultura. Il suo obiettivo: consentire ai giovani di far sentire la propria voce formandoli alla sceneggiatura, alla regia o alla recitazione.

Dal 2020, Filming the future is più di 1.350 giovani formati, 250 film girati e 53 città coperti di cui 11 all’estero. Il concorso è aperto fino al 30 settembre. I vincitori saranno annunciati durante una cerimonia il 17 novembre 2023 al Festival Cinébanlieue.

I 60 migliori film saranno disponibili su France TV Slash e sulla piattaforma france.tv

francetvinfo .Fr

A Montpellier, i registi in erba del concorso “Film the future” accettano una nuova sfida e immaginano il loro sogno dei Giochi Olimpici - 1

hot Lollipop Chainsaw RePOP presenta un modello Juliette ristrutturato


hot Crunchyroll lancia l'app per le smart TV LG


hot The Wizards – Dark Times: Brotherhood, disponibile su PS VR2


hot “Le eccessive assunzioni e poi i licenziamenti sono una pratica orribile”:…


hot L’operazione Galuga viene lanciata il 12 marzo


hot Final Fantasy VII Ever Crisis raggiunge 7,77 milioni di download


hot Sono arrivati ​​i risultati dell'As d'Or 2024! Duro colpo per Darwin!


hot Una balestra con mitragliatrice, spade a mano inversa e armi...


hot Automata supera gli otto milioni di copie vendute


hot Apple sconsiglia l'uso del riso per asciugare gli iPhone bagnati



Daniel Wright

Con oltre 25 anni di esperienza come sviluppatore di sistemi operativi, ho dedicato la mia carriera a padroneggiare le complessità di vari sistemi operativi. Il mio viaggio con Linux è iniziato nel 1999 e dal 2015 è diventato il mio sistema operativo quotidiano preferito. Condividendo le mie conoscenze e la passione per la tecnologia, sono anche insegnante presso The Game Assembly, nutrendo la prossima generazione di sviluppatori di talento. Con particolare attenzione alla sicurezza DDoS, mi sforzo di proteggere sistemi e reti da attacchi dannosi, garantendo un ambiente online sicuro e stabile.