a Parigi verrà richiesta un’esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale

Ξ News

a Parigi verrà richiesta un’esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale

JULIEN DE ROSE/AFP

Agenti delle forze dell’ordine al centro operativo antidrone di Vélizy-Villacoublay il 20 ottobre.

PARIGI 2024 – Come se gli abitanti dell’Ile-de-France non fossero già abbastanza infastiditi da alcuni cambiamenti legati alle Olimpiadi del 2024. Dopo l’annuncio del raddoppio del prezzo del biglietto della metropolitana, durante i Giochi verranno introdotte limitazioni alla circolazione in alcune zone, ha annunciato martedì 28 novembre il prefetto di polizia Laurent Nuñez in un’intervista a Parisian.

Per viaggiare in auto in queste zone sarà necessaria un’esenzione. HuffPost fa il punto su ciò che sappiamo su questo sistema di sicurezza.

a Parigi verrà richiesta un'esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale - 1

• Quali sono le aree in cui sarà regolamentato il traffico?

Il prefetto menziona quattro perimetri di sicurezza. Innanzitutto c’è “un perimetro organizzativo dove entrano solo le persone accreditate (atleti, staff, organizzazione, giornalisti, fornitori di servizi, ecc.) o munite di biglietto”, precisa. Si trova “nelle immediate vicinanze” di ogni sede olimpica.

Poi c’è il perimetro di protezione o Silt (dalla legge sulla sicurezza interna e la lotta al terrorismo). “Per partecipare tutti vengono cercati. Questo perimetro generalmente non comprende i residenti locali, fatta eccezione per la cerimonia di apertura e in modo limitato per alcuni siti. “lui spiega.

Poi vengono i due perimetri di circolazione, blu e rosso. In queste due zone “non prendiamo di mira i pedoni o i ciclisti che potrebbero entrare”, rassicura il prefetto. Si tratta piuttosto di “veicoli a motore a due o quattro ruote”.

a Parigi verrà richiesta un'esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale - 1

Nel perimetro rosso, che si trova “più vicino” a ciascun sito, “il principio è il divieto di circolazione, salvo esenzioni, a causa del notevole flusso pedonale e del rischio di attacchi o disturbi veicolari” spiega il capo della polizia a Parigino.

Nel perimetro blu, più ampio di quello rosso, “vogliamo far salire in macchina solo chi ci vive, ci lavora o vuole andare in un esercizio commerciale o in un ristorante” spiega il questore. “L’idea qui è quella di evitare il traffico di transito”, aggiunge.

Una mappa di queste aree dovrebbe essere presto pubblicata online. Aspettando, The Parisian ne ha realizzato uno, condiviso su X (ex Twitter) dall’associazione Grand Paris:

a Parigi verrà richiesta un'esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale - 1

Non puoi visualizzare questo contenuto perché:

  • Hai rifiutato i cookie associati a contenuti di terze parti registrandoti. Non potrai quindi visualizzare i nostri video che necessitano di cookie di terze parti per funzionare.
  • Stai utilizzando un blocco annunci. Ti consigliamo di disattivarlo per poter accedere ai nostri video.

Se non ti trovi in ​​nessuno di questi due casi, contattaci a [email protected].

Per quanto riguarda la metropolitana, le stazioni nei perimetri Silt saranno chiuse, mentre quelle situate nei perimetri rosso e blu “rimarranno aperte”. Attenzione però: “alcune stazioni vicine ai siti chiuderanno per motivi di capacità perché sono troppo piccole” avverte Laurent Nuñez.

• Quando verrà regolamentato il traffico?

Le restrizioni per le auto verranno attivate “durante il tempo di gara, 2,5 ore prima dell’inizio degli eventi e fino a un’ora dopo”.

“Sarà più complicato” il 26 luglio, giorno della cerimonia di apertura, avverte il capo della polizia di Parigi. Lì la Melma verrà attivata “qualche giorno prima” e il perimetro rosso “sarà molto importante, più che nei giorni precedenti”. L’attivazione di quest’ultima “verrà effettuata poche ore prima dell’inizio della cerimonia e terminerà una volta terminata la stessa”.

a Parigi verrà richiesta un'esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale - 1

• Chi può richiedere l’esenzione in zona rossa?

Un “elenco delle categorie di persone autorizzate ad entrare” nella zona rossa è attualmente oggetto di consultazione, indica Laurent Nuñez. Questa deroga “riguarda ad esempio i residenti locali che dispongono di parcheggio, coloro che visitano persone vulnerabili, i veicoli di emergenza e soccorso, i mezzi di recupero”, spiega. I taxi e i VTC devono essere autorizzati se accompagnano qualcuno e solo se hanno una prova. Perché per noi è una zona di sicurezza molto importante. Ci saranno molti pedoni. Non c’è dubbio che ci siano auto che non appartengono a quel posto. »

Allo stesso modo, gli esercenti che necessitano di effettuare consegne all’interno del perimetro dovranno fornire un documento affinché il proprio veicolo possa transitare.

• Come ottenere l’esenzione?

Sarà necessario “registrarsi in anticipo su una piattaforma digitale” che dovrebbe essere messa online non prima di marzo 2024, “fornendo un certo numero di documenti giustificativi, indirizzo ma non solo” annuncia Laurent Nuñez al parigino. La registrazione consentirà di ottenere “un codice QR da presentare durante i controlli”.

a Parigi verrà richiesta un'esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale - 1

Dei “punti di accesso, entrata e uscita” saranno definite zone rosse. Se desideri andare in un ristorante situato in zona rossa, dovrai registrarti preventivamente sulla piattaforma e presentarti ad un punto di accesso con la tua prova.

“Per le persone più vulnerabili, in particolare quelle che non hanno accesso a Internet, la città di Parigi ha previsto la possibilità di ottenere un badge o una prova” aggiunge Laurent Nuñez.

Per le zone blu non è necessaria la preregistrazione. Ma “Ci saranno ancora controlli. Le persone che entrano in questa zona devono essere in grado di giustificare il motivo del loro viaggio. ».

Vedi anche su The HuffPost:

Non puoi visualizzare questo contenuto perché:

  • Hai rifiutato i cookie associati a contenuti di terze parti registrandoti. Non potrai quindi visualizzare i nostri video che necessitano di cookie di terze parti per funzionare.
  • Stai utilizzando un blocco annunci. Ti consigliamo di disattivarlo per poter accedere ai nostri video.

Se non ti trovi in ​​nessuno di questi due casi, contattaci a [email protected].

titolo gn

a Parigi verrà richiesta un'esenzione per viaggiare in auto in alcuni quartieri della capitale - 11

hot Recensioni degli studenti Simplilearn: storie vere di successo e crescita


hot Svelate le prime specifiche del Galaxy Z Fold 6


hot L’annoso dibattito: PC contro Mac


hot Più filmati, più creatività, più caverne: Figli del...


hot Cuffie USB-c non riconosciute dal mio OPPO A57


hot Animazione 2D scatenata: un'immersione profonda in diverse tecniche artistiche


hot Cuffie USB-c non riconosciute dal mio Vivo X60


hot Shantae Advance: Risky Revolution – Disponibile tramite Limited Run Games


hot 10 vantaggi nell'assumere designer UI UX per le piccole imprese


hot Figli della foresta: come trovare stampanti 3D



Henry Alexander

un affermato professionista IT con una vasta esperienza nel settore high-tech. In qualità di IT Team Lead for Validation and Embedded Software di Qualcomm, sfrutta la sua esperienza per guidare l'innovazione e garantire prestazioni ottimali. Con una carriera di oltre 40 anni nelle startup e nella consulenza della Silicon Valley, Henry è stato in prima linea nei progressi tecnologici. Dall'ingegneria del software alle posizioni dirigenziali, le sue diverse competenze gli hanno permesso di navigare nel panorama in continua evoluzione della tecnologia. Attualmente, in qualità di responsabile IT e amministratore Web, Henry continua a contribuire con le sue conoscenze e competenze per plasmare il futuro digitale.