Forti nevicate effetto lago continuano a seppellire lo stato di New York

Ξ News

Forti nevicate effetto lago continuano a seppellire lo stato di New York

Commenta questa storiaCommento

Aggiungi alle tue storie salvate

Salvaguardare

La prima significativa tempesta di neve della stagione con effetto lago colpisce il New York occidentale, portando in alcuni punti pesanti accumuli fino a 2 piedi e mezzo. Forti nevicate sono cadute anche nel nord del Michigan, nel nord-est dell’Ohio e nel nord-ovest della Pennsylvania mentre l’aria gelida soffia sui Grandi Laghi.

Nella parte occidentale di New York, i tuoni hanno accompagnato nevicate fino a 3 pollici all’ora, causando pericolose condizioni di whiteout lungo tratti delle Interstate 90, 86 e 81. Martedì mattina sono stati segnalati incidenti legati alla neve sulla I-90, ma non si sono verificate chiusure stradali poiché di mezzogiorno. Le forti nevicate sono rimaste per lo più a sud e a nord di Buffalo, che è stata paralizzata da due tempeste di neve estreme circa un anno fa.

Martedì mattina in Ohio, la neve ha causato un incidente che ha coinvolto 13 veicoli a circa 20 miglia a sud di Cleveland, secondo l’Akron Beacon Journal, provocando molteplici feriti non mortali. Sono caduti diversi centimetri intorno a Cleveland, dove le scuole erano chiuse.

Più a ovest, Sault Ste. Mary, Michigan, ha ricevuto 11,7 pollici lunedì, il quarto giorno di novembre più nevoso mai registrato (le registrazioni risalgono al 1888). Gli avvisi meteorologici invernali rimangono in vigore per il Michigan settentrionale e la sua penisola superiore. Melstrand, Michigan, a circa 50 miglia a est di Marquette, fu sepolto sotto 21 pollici.

Lo stesso sistema meteorologico ha anche inviato raffiche di neve nell’interno del medio Atlantico, riducendo bruscamente la visibilità nel West Virginia e nel Maryland occidentale, dove sono caduti fino a 7 pollici. Qualche nevicata ha raggiunto anche la costa.

Con l’avvicinarsi dell’inverno, la neve è la precipitazione dimenticata lungo la costa orientale.

La maggior parte della neve sarà scomparsa a quest’ora la prossima settimana. Si prevede che le temperature saliranno costantemente sopra lo zero giovedì e potrebbero rimanere al di sopra della norma la prossima settimana man mano che prenderà piede una tendenza più calda.

I totali di neve associati a questo evento di effetto lago erano maggiori al largo del Lago Ontario che al largo del Lago Erie. Ciò è dovuto all’orientamento più occidentale del Lago Ontario, parallelo all’attuale direzione del vento. Il lago Erie è orientato più da ovest-sud-ovest a est-nordest, quindi l’aria non soffia lungo tutta la sua lunghezza di 241 miglia e quindi non può assorbire tanta umidità.

Ecco alcune delle nevicate fino a martedì a mezzogiorno:

  • 23 pollici a Constableville, New York
  • 17,5 pollici a Osceola, New York
  • 14 pollici a Old Forge, New York
  • 12,5 pollici a Glenfield, New York
  • 11 pollici a Inlet, New York
  • 3,7 pollici a Ticonderoga, New York
  • 16,5 pollici a East Aurora, New York
  • 15,2 pollici ad Amburgo, New York
  • 13,3 pollici a South Madison, Ohio
  • 13,1 pollici a Lowville, Pennsylvania.

Da Amburgo a Eden questa sera sono state le zone più colpite, con un totale di nevicate comprese tra 14 e 18 pollici in sole 5-6 ore. Purtroppo questo è accaduto durante l’ora di punta. Abbiamo provato a spingere questa macchina per circa 30 minuti, ma non ci siamo riusciti. pic.twitter.com/Ti9o8yAbo1

-BuffaloWeather (@weather_buffalo) 28 novembre 2023

Dove continua a nevicare martedì, e le previsioni

Nel primo pomeriggio di martedì, le fasce di neve al largo del lago Erie si sono in parte sciolte, mentre sono rimaste più intatte al largo del lago Ontario.

Un’allerta neve effetto lago rimane in vigore fino all’inizio di mercoledì lungo il lago Erie dal nord-est dell’Ohio al nord-ovest della Pennsylvania e all’ovest di New York, appena a sud di Buffalo. Altri 4-8 pollici sono possibili a sud dell’aeroporto di Buffalo fino a Springville, New York

Un altro avviso di neve effetto lago continua lungo il lago Ontario, a nord di Rochester e a sud di Watertown. La maggiore quantità di neve aggiuntiva è prevista sull’altopiano di Tug Hill, dove potrebbero cadere altri 5-10 pollici, spingendo i totali della tempesta vicino a 30 pollici in alcune aree.

Quando i venti cambiano direzione per soffiare più da nord-ovest piuttosto che da ovest, spingeranno le fasce di neve a sud, lontano dai laghi, provocandone la frammentazione e infine la disintegrazione. Si prevede che la neve dal lago Erie si dissiperà per prima, con la maggior parte dell’accumulo che terminerà nell’Ohio nordorientale, nella Pennsylvania nordoccidentale e nel sudovest di New York entro mercoledì mattina.

È più probabile che la fascia principale di neve proveniente dal Lago Ontario si mantenga unita mentre si sposta leggermente verso sud. Potrebbe restare nella periferia nord di Rochester fino a martedì sera. Alcuni modelli indicano che potrebbe spostarsi verso nord e solidificarsi nuovamente mercoledì. Ciò potrebbe consentire un ulteriore accumulo prima che la neve diminuisca all’inizio di giovedì.

Ciò che fa crescere la neve

Le nevi effetto lago si formano quando l’aria gelida soffia lungo un lago relativamente caldo. Poiché affinché si formi la neve il lago deve essere più caldo dell’aria sopra di esso, il fenomeno è più comune nel tardo autunno e all’inizio dell’inverno. Una volta che i laghi ghiacciano, la “macchina della neve effetto lago” si spegne.

In questo caso, il sistema meteorologico responsabile che spinge il vento attraverso i laghi è un’area di bassa pressione di livello superiore – o una sacca di aria gelida rotante ad alta quota, a bassa pressione – che passa verso nord. I venti vorticano, soffiano attraverso i laghi e raccolgono l’umidità, che poi si deposita sulla terra sotto forma di neve.

Jason Samenow ha contribuito a questo rapporto.

titolo inglese gn

Forti nevicate effetto lago continuano a seppellire lo stato di New York - 1

hot Lollipop Chainsaw RePOP presenta un modello Juliette ristrutturato


hot Crunchyroll lancia l'app per le smart TV LG


hot The Wizards – Dark Times: Brotherhood, disponibile su PS VR2


hot “Le eccessive assunzioni e poi i licenziamenti sono una pratica orribile”:…


hot L’operazione Galuga viene lanciata il 12 marzo


hot Final Fantasy VII Ever Crisis raggiunge 7,77 milioni di download


hot Sono arrivati ​​i risultati dell'As d'Or 2024! Duro colpo per Darwin!


hot Una balestra con mitragliatrice, spade a mano inversa e armi...


hot Automata supera gli otto milioni di copie vendute


hot Apple sconsiglia l'uso del riso per asciugare gli iPhone bagnati



Quentin Reed

Incontra Quentin Reed, un appassionato di computer proveniente da Karachi, Sindh, Pakistan. Con una solida base in informatica dalla sua formazione, Quentin ha approfondito il mondo della tecnologia con grande passione. In qualità di Software Test Analyst dal 2018 al 2020, ha affinato le sue capacità nel garantire la qualità e la funzionalità delle applicazioni software. Attualmente in servizio come manager presso Gaming Laptops, Quentin combina la sua esperienza nei computer con il suo amore per i giochi. Abbracciando la sua identità di fanatico del computer, continua a esplorare il panorama in continua evoluzione della tecnologia, desideroso di rimanere in prima linea nell'innovazione e di contribuire al regno digitale.