Rugby amatoriale – Regionale 1: ‘Con il cuore!’ Il Racing Montauban affronta Montech in un derby serrato fino alla fine!

racing

Rugby amatoriale – Regionale 1: ‘Con il cuore!’  Il Racing Montauban affronta Montech in un derby serrato fino alla fine!

l’essenziale

Questa volta sono i Montalbanesi ad uscire vincitori da un derby rimasto indeciso fino agli ultimi istanti. Hanno vinto 16-13 in questa partita della nona giornata.

Per il secondo anno consecutivo, il Racing Club Montalbanais e i Coquelicots Montéchois si ritrovano nello stesso girone e si affrontano in partite di andata e ritorno che attirano ogni volta un grande pubblico. È stato così anche questa domenica, a Bagatelle.

Le due squadre si sono vendicate, rimanendo con una sconfitta al TUC per i Montalbanais, e in casa contro il Saint-Lys per i Montéchois. Prima del calcio d’inizio di ieri pomeriggio, il Racing era primo a pari merito con un solo punto di vantaggio sui Coquelicots, terzi; Era quindi in gioco la guida della gallina, sotto un cielo basso, ma non piovoso. Su un campo pesante, entrambe le squadre hanno iniziato la partita a ritmo sostenuto.

Leggi anche:

Papaveri di Montechois in piedi nel fango

Tom Tintinger sbaglia il suo primo tentativo di rigore da 22 metri sull’angolo (6°). Uno sfondamento di Lilo viene poi interrotto dal fischio dell’arbitro (10°). Gli ospiti hanno approfittato di questo periodo per aprire le marcature su rigore, di Jérôme Bénac (0-3, 13esimo). Tom Tintinger ha mancato il suo secondo tentativo, prima di centrare il segno al terzo (3-3, 23). Montech ha dominato nettamente la seconda parte del primo tempo.

Sembrava di andare verso questa parità, quando in superiorità numerica (cartellino bianco per Kiri Mariner), su un’inversione d’attacco, Duchayne segna su calcio d’angolo, mentre l’arbitro Aurélien Bru resta un attimo a terra, prima di farsi segnare. . si è alzato velocemente per concedere la meta, nonostante il dolore che non gli avrebbe impedito di continuare la partita.

Bonus difensivo per Montech

All’inizio del secondo tempo è stata effettuata una chiamata al microfono affinché qualsiasi arbitro qualificato si facesse avanti; nessuno risponderà alla chiamata. Il Racing manda quindi in linea Kiri Mariner e l’arbitro assegna la meta di rigore (10-10, 46esimo). Ciascuna squadra ha aggiunto un rigore in questo derby molto combattuto per un punteggio di parità entrando nell’ultimo quarto d’ora (13-13).

Leggi anche:

Caduta in casa per i Coquelicots

Nessuno poteva dire che gli uomini allenati da Cédric Garcia e Christophe Miatto e quelli del trio Jean-Philippe Combalbert, Jérôme Barthélémy e Norbert Messmeman avrebbero fatto la differenza. Baptiste Delpech ha mancato l’obiettivo, ma dieci metri più vicino, Tom Tintinger ha trovato il bersaglio (16-13, 72esimo). Con sicurezza, Montech non tenta un rigore per pareggiare ai 22 metri (75esimo).

Ma il rigore viene rubato da Montauban, così come il tiro successivo. Nonostante il cartellino giallo di Vungakoto Lilo nel recupero, i Coquelicots daranno tutto per vincere. Senza successo, il Racing vince il suo derby, una vera prestazione.

Leggi anche:

I “Poppys” strappano il pareggio a Verfeil

E adesso. Domenica prossima entrambe le squadre giocheranno in casa; gli uomini dei presidenti Robert Lacaze e Léonore Dayriès accoglieranno Caraman al Bagatelle, e quelli di Stéphane Pinasseau e Laurent Ginestet accoglieranno il TUC allo stadio Launet.

REAZIONI.

Kiri Mariner (centro del Racing Montauban): “Sono ancora più felice di questa vittoria perché abbiamo appena battuto un’ottima squadra Montech, molto forte davanti e ben organizzata dietro. Ciò ha provocato una partita molto ravvicinata. La vittoria ci permette di restare al primo posto. Abbiamo vinto questa partita con il cuore. Abbiamo costruito la nostra vittoria sui minuti. L’infortunio del mio amico Florent Domenech mi ha fatto restare indietro. Ora mi piace giocare davanti tanto quanto dietro. »
Robert Lacaze (copresidente del Racing Montauban): “È stato un derby molto importante per tutti, e alla fine una vittoria sfiorata, contro una grande squadra del Montech. I nostri ragazzi hanno tirato fuori il coraggio per 80 minuti e più, così abbiamo potuto vincere con noi. È essenziale. Devi tenere la testa alta. Ci mancano moltissimo i nostri giocatori infortunati. Ho un grande pensiero per loro, perché sono giocatori che mi piacciono. Dobbiamo continuare. Vedo i miei allenatori, sono felice di rivederli. Sono una famiglia. »
Guillaume Bergé (pilastro di Montech): “È stata una partita molto competitiva che avremmo potuto vincere o perdere. Oggi per loro le cose vanno bene, spero che avvenga il contrario nella gara di ritorno. A volte abbiamo fatto scelte sbagliate, non prendendo punti. Abbiamo rimpianti. Un vero derby senza brutte azioni. »
Julien Cavalié (seconda fila di Montech): “Come ci aspettavamo, questa partita è stata molto complicata ed è stata decisa nei dettagli, tra due squadre che si sono concluse con una sconfitta. Il pareggio avrebbe un buon risultato. Ancor di più visto che siamo rimasti a lungo nel loro accampamento » Noi non siamo riusciti ad arrivarci, a differenza di loro. Abbiamo preso un punto da un club che vuole salire in Federal 3, non tutti lo faranno. “

Rugby amatoriale – Regionale 1: 'Con il cuore!' Il Racing Montauban affronta Montech in un derby serrato fino alla fine! - 1

hot Come sincronizzare l'Assistente Google e Google Keep?


hot Come collegare Turtle Beach wireless a Xbox One?


hot DLC Elden Ring: i fan scoprono un'area segreta all'ombra di...


hot Posso eliminare il mio conto Alipay?


hot Come posso inviare un collegamento al piano Famiglia per Google?


hot Quanto costa For Honor su Ps4?


hot Come posso rimuovere Samsung Cloud dal mio telefono?


hot Gmail: come inviare un'e-mail a vari contatti con un clic?


hot Come si elimina un account Microsoft?


hot Jobless Reincarnation rivela gli artisti dei temi della seconda stagione



Lawrence Smith

spinti dalla passione per la tecnologia e le attività creative. In qualità di analista tecnologico, applica la sua esperienza per analizzare e ottimizzare sistemi complessi, assicurando che le organizzazioni rimangano all'avanguardia nei progressi tecnologici. Al di là delle sue capacità analitiche, Lawrence è un inventore e un innovatore, che spinge costantemente i confini di ciò che è possibile. In qualità di tutor e mentore, condivide le sue conoscenze e ispira la prossima generazione di aspiranti menti. Con un occhio attento alla creatività, Lawrence è anche un creatore di contenuti e direttore creativo, creando esperienze accattivanti che risuonano con il pubblico. Oltre alle sue attività tecnologiche, ha conseguito una laurea specialistica in Assistenza all'infanzia e alla gioventù, che incarna la sua dedizione ad avere un impatto positivo sulla vita dei giovani.