questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming.

Si è fatto pregare, ma NVIDIA GeForce Now, che è in beta dal 2013, è cresciuta ed è finalmente disponibile per tutti. Il nuovo servizio di streaming di videogiochi di NVIDIA ha un approccio leggermente diverso rispetto a quello che potremmo considerare il suo rivale più diretto, Google Stadia, quindi per vedere come ognuno si comporta e cosa offre ai giocatori, abbiamo provato entrambi.

Divideremo questo articolo in due parti. Nella prima affronteremo le differenze e le somiglianze a livello tecnico e ci concentreremo su cosa giocare. Nel secondo, confrontiamo la qualità grafica dallo stesso gioco (‘Destiny 2’, disponibile su entrambi i servizi) per vedere se ci sono differenze notevoli nelle prestazioni.

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

Le differenze tra GeForce Now e Google Stadia

Come dicevamo, le differenze sono notevoli. Iniziamo con Google Stadia. Il servizio di streaming di videogiochi di Google è in realtà un negozio di videogiochi online. Il gioco deve essere acquistato all’interno di Google Stadia e giocato dalla stessa piattaforma, quindi al momento in cui vengono scritte queste righe, e in assenza di Stadia Base, sosteniamo due spese: il gioco in sé e l’abbonamento a Stadia Pro (9,99 euro al mese).

Una volta acquistato il gioco, basta premere un pulsante e giocare. Non c’è attesa di alcun tipo, tu giochi e basta. Su quali dispositivi? Su un computer, su una TV (se hai Chromecast Ultra e il controller Google Stadia) o su uno smartphone se hai un Google Pixel. Le opzioni sono limitate, almeno per il momento, e alcuni giochi sono limitati. È il caso di “Destiny 2”, che funziona solo in FullHD (e non in 4K come promette Stadia Pro) e a 60 fotogrammi al secondo, anche se dipende dal gioco.

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

Uno dei punti di forza di NVIDIA GeForce Now è che puoi giocare ai giochi che hai acquistato su Steam o sull’Epic Games Store

NVIDIA GeForce Now, nel frattempo, è come installare i tuoi giochi su un computer molto potente sulla nuvola. Il servizio NVIDIA non è compatibile con tutti i giochi sul mercato, ma con a catalogo di circa 300 che, prevedibilmente, dovrebbe aumentare, e salvando free to play come ‘Fortnite’ o ‘Warframe’, l’utente deve acquistare il gioco. Bene, come Google Stadia, giusto?

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

Non proprio. Puoi acquistare il gioco su Steam e installarlo sul tuo computer per eseguirlo come faresti normalmente, ma se vuoi giocarci da un altro computer o, direttamente, il tuo computer non è abbastanza potente per eseguire il gioco con la massima qualità, puoi importarlo su NVIDIA GeForce Now e giocare con la massima qualità possibile. Attualmente si tratta di FullHD a 60 frame al secondo, anche se GeForce Now è pronto per trasmettere in 4K, HDR e con Ray Tracing (se paghi l’abbonamento Founders, 5,49 euro al mese per il primo anno).

NVIDIA GEFORCE ADESSO

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

GOOGLE STADIO

PREZZO

5,49 euro al mese il primo anno
I giochi devono essere acquistati separatamente

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

9,99 euro al mese
I giochi devono essere acquistati separatamente

VERSIONE GRATUITA

Sì, disponibile ora

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

Sì, non ancora disponibile

CATALOGARE

Circa 300 giochi

42 partite confermate

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

In Google Stadia non devi fare installazioni di alcun genere, ma apri Chrome, selezioni il gioco e lo lanci. In NVIDIA GeForce Now è diverso. Devi installare un client sul PC, selezionare il gioco dall’elenco, accedi al launcher corrispondente e attendi il download del titolo. L’interfaccia di Google Stadia è molto, molto più semplice, mentre NVIDIA GeForce Now ha margini di miglioramento in termini di usabilità.

Quando selezioni il gioco, in questo caso “Destiny 2”, Steam si apre e ci dice di installarlo. E devi installarlo, ergo aspetta, almeno all’inizio. Ma è confuso. Abbiamo scaricato ‘Destiny’ ea metà del download si è fermato e ci ha permesso di giocare senza problemi.

Siamo usciti dal gioco per verificare che la registrazione dello schermo andasse bene e, quando abbiamo riavviato il servizio, abbiamo cliccato sull’icona del gioco che era apparso, siamo tornati su Steam, dove abbiamo dovuto attendere nuovamente l’installazione del gioco (gli 88GB). Abbiamo tagliato a 15 minuti, quando stavo andando per un terzo più o meno, Abbiamo ripetuto lo stesso processo e, questa volta, siamo riusciti ad avviarlo senza problemi. Il servizio, come vedrai ora, funziona in modo spettacolare, ma ha molto spazio per migliorare l’usabilità.

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

Questo era all’inizio. Dopo il secondo gioco, premendo l’icona ‘Destiny 2’ e accedendo all’account Steam (la casella “Ricorda password” non funzionava, quindi devi inserirla ogni volta) il gioco è iniziato senza attendere, ma quello, all’inizio è difficile entrare nel sistema.

Per quanto riguarda la connessione, i requisiti sono simili. NVIDIA GeForce Now richiede un minimo di 15 Mbps per una risoluzione 720p a 60 FPS e 25 Mbps per una risoluzione FullHD a 60 FPS. Google Stadia vuole un minimo di 10 Mbps per giocare a 720p a 60 FPS, 20 Mbps per FullHD HDR a 60 FPS e 35 Mbps per 4K HDR a 60 FPS. Se la tua connessione può farlo con Google Stadia, può farlo anche con GeForce Now e viceversa.

Parliamo di qualità

In generale, a titolo personale, sono contrario all’utilizzo di “Destiny 2” come campione per misurare le prestazioni di Stadia, poiché si tratta di un gioco la cui risoluzione e qualità sono ridotte di serie. Tuttavia, per questa occasione ci vale la pena, poiché stiamo eseguendo lo stesso gioco su due piattaforme diverse e, inoltre, in entrambi i casi è gratuito. È l’unico modo per confrontare direttamente le prestazioni, anche se, come abbiamo detto, dipenderà dal gioco.

I video sono stati modificati per eliminare le bande nere che compaiono ai lati dello schermo, da allora nessuno dei due servizi è compatibile con i monitor ultrawide come quello che uso io, ma per il resto il video è grezzo, proprio come è stato registrato. Per giocare usavo il mio personal computer, le cui specifiche non contano perché nei videogiochi in streaming l’importante è la connessione. Si tratta di 94,76 Mbps in downstream, 60,95 Mbps in upstream e 16 ms di ping (connessione Ethernet). Il controllo, in entrambi i casi, è stato con tastiera e mouse.

Gioco su NVIDIA GeForce Now

Gioco su Google Stadia

Quali sono le conclusioni che possiamo trarre dall’aver testato NVIDIA GeForce Now e Google Stadia? Che cosa NVIDIA GeForce Now offre migliori prestazioni grafiche. Lo si vede a colpo d’occhio nei dettagli delle armi e degli scenari, che sono più definiti rispetto a Google Stadia. Dettagli come l’erba, il design delle armi e altro ancora sono più rifiniti in NVIDIA GeForce Now, ma questo non vuol dire che non stiamo trasmettendo in streaming.

In entrambi i casi, più in Google Stadia che in GeForce Now, si nota che i testi non sono così nitidi come lo sono quando eseguiamo il gioco in locale, dato che non possiamo dimenticare che qui non stiamo ricevendo un flusso di frame elaborati da la grafica della carta, ma a video compresso la cui origine è un server situato in un’altra parte del mondo. Ma il Caesar cos’è il Caesar, il servizio NVIDIA offre prestazioni grafiche migliori. Ecco alcuni confronti.

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

E a cosa potrebbe essere dovuto? Principalmente, a cosa in Google Stadia i giochi sono una versione di detto gioco compatibile con Google Stadia, quindi a seconda di ogni gioco viene eseguito con una qualità o un’altra. Semplici esempi: “Assassin’s Creed: Odyssey” può girare in 4K a 30 FPS al massimo, mentre “Destiny 2” rimane in FullHD a 60 FPS. In NVIDIA GeForce Now stiamo usando il Versione PC di un gioco, quindi non ci sono tali limitazioni. All’interno dei giochi infatti possiamo cambiare la risoluzione delle texture, cosa che in Stadia non è possibile.

In altre parole, in Google Stadia si accede a quella che è nota come porta di gioco (come un gioco che si trova su PC e console), mentre in GeForce Now stiamo utilizzando la versione per PC. Questo spiega le differenze nella qualità grafica. Tuttavia, in nessun caso abbiamo riscontrato lag di alcun tipo. Entrambi i sistemi offrono una buona latenza che rende impercettibile accorgersi che stiamo giocando in streaming.

Due diversi approcci

Detto questo, l’approccio di entrambi i servizi è comunque interessante. Google Stadia, almeno per ora, richiede il pagamento di un abbonamento per giocare, oltre al gioco, che puoi giocare solo su Google Stadia. NVIDIA GeForce Now, nel frattempo, ha un servizio gratuito con una limitazione: un’ora di gioco. Questo, per lunghe sessioni, può essere scomodo, dal momento che dovrai uscire e rientrare tutto il tempo. La limitazione è ancora presente nell’abbonamento di 5,49 euro, solo che è esteso a sei ore.

Poiché in NVIDIA GeForce Now puoi giocare a giochi che abbiamo già acquistato su altre piattaforme come Steam o Epic Games Store, potrebbe essere più interessante per gli utenti che hanno comprato molti giochi E vogliono semplicemente eseguirli nel cloud perché sul loro computer non possono funzionare a 60 fotogrammi al secondo e con la massima qualità. È qui che risiede il punto più positivo di NVIDIA GeForce Now, in quanto è una scommessa per il futuro.

questi sono i tuoi trucchi per conquistare il gioco in streaming

Su Google Stadia, i giochi che acquisti sono esclusivamente per Google Stadia. Non puoi portarlo su un’altra piattaforma. O su Stadia o ovunque. Su NVIDIA GeForce Now, i giochi sono tuoi. Se li hai su Steam o Epic Games, puoi riprodurli con la massima qualità sul servizio di streaming purché siano compatibili) e, se per qualsiasi motivo aggiorni il tuo computer e aggiungi una scheda grafica più potente, puoi riprodurli localmente.

Inoltre, e tenendo sempre presente che Google Stadia sta, come si suol dire, avviando, NVIDIA GeForce Now è più versatile. È disponibile per qualsiasi dispositivo mobile Android con Android 5.0 Lollipop o superiore e almeno 2 GB di RAM, su Mac, su Windows e, se disponi di NVIDIA Shield, su TV. Google Stadia, nel frattempo, è disponibile solo su cellulari Pixel, qualsiasi PC con Chrome e su qualsiasi televisore con Chromecast 4K e il controller Stadia.

Sono approcci diversi, ma oggi il servizio NVIDIA offre opzioni un po ‘più interessanti per che hanno già una libreria di giochi nei negozi compatibili. Per coloro che stanno iniziando a giocare, tuttavia, Stadia è un’alternativa che vincerà soprattutto numeri interi quando il supporto della piattaforma sarà più ampio e avrà la modalità gratuita.