“The Old Hunters” è la prima e probabilmente l’ultima espansione a tutti gli effetti di Bloodborne. La quantità di contenuti giustifica il prezzo del componente aggiuntivo?

L’espansione stessa racconta la storia di cacciatori che hanno ceduto all'”ubriachezza di sangue” e sono rimasti intrappolati in un mondo da incubo in passato. La trama spiega cosa è successo ad alcuni dei cacciatori di cui leggiamo solo nelle descrizioni delle armi, e impareremo anche più oscuri segreti della Chiesa della Guarigione. Abbiamo anche nuovi NPC, che ci introducono all’intera storia raccontata, in un modo leggermente più chiaro rispetto alla base, secondo me. In questo senso, il livello dell’insieme è piuttosto alto.

Naturalmente, le novità sono le più interessanti. In Bloodborne, alcuni giocatori si sono lamentati del fatto che non ci sono abbastanza tipi di armi. The Old Hunters mira a cambiarlo. Già nella prima area possiamo trovare interessanti strumenti per uccidere. Il fucile di Gatling, una combi___one di mazza e sega circolare, una nuova scimitarra, una vecchia versione dello squartatore conosciuto dal banco… e possiamo trovarlo tutto nelle prime due ore! L’intero arsenale raddoppia quasi il numero di armi disponibili nel gioco, quindi possiamo smettere di lamentarci della sua quantità. Non è diverso con le armature, che mi hanno sorpreso con la loro creatività nel creare nuove varietà del “cappotto con cappello”. Anche i fan dei samurai troveranno qualcosa per se stessi, ma non rivelerò di più. Ci saranno anche nuovi tipi di granate, rune di Caryll e altro ancora. Era difficile non avere l’impressione che In termini di oggetti From Software coccolasse il più possibile i giocatori.

La difficoltà dell’espansione è alta, ma è corretto notare che questa è una valutazione estremamente soggettiva. Ciò che ha attirato la mia attenzione sono state le nuove varietà di avversari. Come suggerisce il nome dell’estensione, in “The Old Hunters” combattiamo principalmente con i tracker. Se hai giocato a Bloodborne, sai cosa significa. In caso contrario, basti pensare che alcuni degli avversari hanno un set di mosse non molto peggiore del giocatore stesso, il che li rende ugualmente letali. Inoltre, ci sono i cacciatori maledetti che finora hanno servito come mini-boss in Bloodborne. Attualmente sono avversari abbastanza comuni che, inoltre, ci preparano imboscate! Questo non è l’intero bestiario, perché anche i vecchi amici tornano con nuove skin e mosse.

Con i boss, proprio come con gli avversari. Con i cinque “boss” delle location in attesa di essere uccisi, ho avuto molti problemi, ma mi rendo conto che la mia eroina non era la cacciatrice più ottimizzata, quindi sospetto che tu possa affrontarli senza stancarmi come me nel mio gioco. In particolare, le nuove armi sembrano essere molto efficaci contro di loro. Potrebbe essere un po’ deludente che i boss stessi utilizzino le tattiche che abbiamo già appreso nel framework. Fortunatamente si sono arricchiti di fasi di combattimento, quindi non sono in alcun modo noiosi.

Per la fine, ho lasciato i luoghi più piacevoli! Inizialmente sembrano utilizzare i palchi dalla base, ma dopo un quarto d’ora capiremo che questo non è del tutto vero, perché nell’ambito della nuova “lapide” conosciamo angoli completamente nuovi e suggestivi della città . Sono stato felice del design dei luoghi stessi, perché mentre Yharnam stesso è stato progettato come un labirinto, questo concetto è stato parzialmente abbandonato qui, creando connessioni logiche e percorsi dolorosamente. Questi spesso consentono al giocatore di cambiare l’altezza del luogo in cui si trova. Effetto? Più di una o due volte, ho teso un’imboscata a singoli avversari quando erano impegnati in… altre attività. Non includo spoiler. Oh, e un altro fatto interessante: l’azione del gioco si svolge durante il giorno. O almeno qualcosa che gli somiglia, perché guardando il sole… hmm.

È difficile considerare 84 zloty per circa 10-12 ore di grande divertimento come una fregatura. Soprattutto considerando che ogni ora è piena fino all’orlo di nuovi contenuti. The Old Hunters è tutto ciò che i fan di Bloodborne possono chiedere. Tonnellate di armi ed equipaggiamento, nuovi boss, storia interessante, nuove ambientazioni: cosa si può volere di più? Forse solo più ore di divertimento o un prezzo più basso. L’espansione di livello non devia da Artorias of the Abyss a Dark Souls, il che sembra di per sé una buona raccomandazione. All’inizio dubitavo che dopo tutte le ore trascorse su Bloodborne, il DLC mi avrebbe incoraggiato a impegnarmi come prima. Bene, ho re-immerso il gioco senza alcun problema, e mi chiedo se è solo il momento di giocarci di nuovo…