Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide.

Lo stile di gioco multiplayer online nell’arena di battaglia esiste ormai da decenni e Pokemon Unite, un titolo free-to-play, è la prima incursione del franchise nel genere MOBA competitivo. Il titolo è sviluppato da TiMi Studio Group e pubblicato da The Pokemon Company e prevede che i giocatori controllino Pokemon per combattere per la vittoria in battaglie 5 contro 5.

Sebbene giocare come Pokemon e impegnarsi in enormi risse sia uno spettacolo esplosivo, e sebbene il semplice design del gioco possa essere attraente per i nuovi arrivati ​​nel genere, può mancare di un certo livello di complessità che si trova spesso in titoli come League of Legends o DOTA 2 Mentre i giochi free-to-play come Pokemon Unite presentano invariabilmente microtransazioni, questo sfortunatamente ha un sistema pay-to-win, che alla fine impedisce a Pokemon Unite di essere qualcosa di veramente eccezionale.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

Preparati per la battaglia

Fin dall’inizio, Pokemon Unite si presenta come un MOBA accessibile. Unite guida i giocatori attraverso un tutorial che introduce alcune delle basi del gioco, inclusi i fondamenti del genere e una spiegazione dei vari archetipi di Pokemon.

Ci sono cinque archetipi di cui parlare: Supporter, Defender, Attacker, Speedster e All-Rounder. Un Sostenitore avrà una salute inferiore rispetto agli altri ma può curare gli alleati, un Attaccante ha un danno migliore ma una salute inferiore, mentre uno Speedster offre una maggiore mobilità per un migliore controllo della mappa. Avere una buona combi___one di questi nella tua squadra di cinque giocatori assicurerà una migliore composizione della squadra rispetto a dire una squadra piena di attaccanti.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

Il flusso delle partite di 10 minuti è abbastanza semplice: i giocatori lavorano insieme per sconfiggere Pokemon più piccoli controllati dall’IA per raccogliere Aeos Energy, che viene poi schiacciato nelle zone di porta della squadra avversaria. La squadra che deposita più energia vince la partita.

Sebbene questo sia l’obiettivo generale di una partita, si trova un’ulteriore strategia sconfiggendo i giocatori avversari, controllando i vari elementi della mappa e elaborando in altro modo potenti meta e opzioni di costruzione per i Pokemon selezionati.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

Il lavoro di squadra fa funzionare il sogno

Anche se qualcuno ha trascorso molte ore in League of Legends e altri MOBA per mouse e tastiera, Pokemon Unite è comunque riuscito a mantenere il mio interesse. Anche se sembra un po ‘”Il mio primo MOBA”, c’è abbastanza da fare qui con una complessità appena sufficiente per mettere alla prova i nuovi arrivati ​​mentre offre ai fan del MOBA un’esperienza che potrebbe quasi essere considerata rilassante.

Ciascuno dei Pokemon è controllato usando la levetta, i pulsanti sulla spalla sono responsabili delle due abilità primarie e della mossa Unite (pensa: Ultimate), il pulsante A gestisce l’attacco di base e il pulsante Y attiva l’oggetto del tuo Allenatore, che è fondamentalmente il Equivalente di Pokemon Unite di un incantesimo dell’evocatore in League of Legends.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

C’è una semplicità in questo che si estende alla gestione delle risorse all’interno di una partita. Ad esempio, ciascuna delle abilità funziona solo con un sistema di ricarica, il che significa che non è necessario tenere traccia del mana o pianificare attacchi con troppa precisione. Può tendere a sembrare un po ‘spammoso mentre i giocatori cercano di lanciare le mosse il più rapidamente possibile con poca attenzione ad altri fattori estranei.

La complessità può essere trovata nel modo in cui costruisci i tuoi Pokemon durante la partita. Ogni Pokemon presenta una scelta binaria di abilità a livelli prestabiliti. Ad un livello sceglierai tra le abilità A e B che verranno poi aggiornate durante la partita e alla soglia del livello successivo sceglierai tra le abilità C e D.

Un’ulteriore personalizzazione della build si trova nel sistema degli oggetti tenuti. I Pokemon possono avere tre oggetti, che forniscono buff passivi come aumenti della salute, danni da attacco o anche alcuni che forniscono un vantaggio a determinate condizioni. Questi possono essere livellati al di fuori di una partita.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

Sfortunatamente, ciò che manca qui è un negozio in-match, il che significa che la creazione di build nuove ed entusiasmanti è limitata a quanto sopra. Certo, il limite di tempo di 10 minuti non lascia davvero molto spazio per ritocchi approfonditi delle build. C’è una certa complessità di costruzione qui, ma non così tante opzioni come altri titoli del genere.

Parlando di limite di tempo, il limite di 10 minuti significa che le partite sembrano veloci e facili da riprendere. Non rimarrai bloccato in una situazione di stallo di 40 minuti contro un’altra squadra altrettanto abile in cui ogni parte è alla ricerca di quell’unica apertura che farà pendere la bilancia. È questo breve impegno che lo rende significativamente più accessibile rispetto ad altri MOBA.

Questa semplicità si estende anche agli altri elementi di design di Pokemon Unite. La mappa è pulita e offre un delizioso stile artistico visivo, che consente ai giocatori di capire la meccanica di corsia che viene fornita con il genere MOBA. E mentre ci sono un paio di mappe in offerta, mi sono ritrovato a gravitare sulla mappa Classificata/Standard rispetto alle mappe 3v3 o 4v4 – forse sono vecchio stile così, dammi solo una mappa ben realizzata.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

Leggi il Pokedex

Pokemon Unite offre anche molte cose da fare al di fuori di una partita. Il menu principale è pieno zeppo di icone che lampeggiano dopo ogni partita o giù di lì. Ci sono sfide per principianti, missioni giornaliere, eventi, missioni di passaggio di battaglia: sembra che ci siano costantemente indicatori sullo schermo che ti dicono di fare il check-in e richiedere i premi. Questo non sarebbe un grosso problema se non si sentisse così lento nel tentativo di navigare dentro e fuori dai vari menu.

Tuttavia, una volta che ti sei abituato a dove si trova tutto e cosa devi controllare, c’è molto per tenere i giocatori agganciati. Le funzionalità vengono sbloccate lentamente man mano che aggiorni il tuo Allenatore, il che significa che c’è sempre un obiettivo verso cui i giocatori stanno lavorando, che si tratti di un altro numero cospicuo di valute del gioco, un altro oggetto tenuto o oggetto da battaglia o persino un nuovo Pokemon.

L’intero gioco è progettato per tenerti agganciato e giocare, e fa un ottimo lavoro in questo. Tuttavia, ci sono alcuni problemi da riscontrare al momento del lancio che vanno oltre la semplicità di Pokemon Unite e i suoi menu disordinati.

Vai a chiamare l’infermiera Joy

In primo luogo, c’è il problema piuttosto innocuo della dimensione del roster. Ci sono solo 20 Pokemon da usare al momento del lancio. League of Legends presentava 40 personaggi al momento del lancio e non aveva tre decenni di storia a cui attingere. Sarebbe stato fantastico vedere un elenco di Pokemon molto più ampio, perché ci sono buone probabilità che il tuo preferito non sia ancora incluso.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

Ho anche battuto il tamburo sulla semplicità generale del gioco, ma vale la pena ripeterlo. Non c’è quella complessità qui che troverai in altri MOBA per tastiera e mouse. Non c’è una strategia per gestire i brividi nella tua corsia, non c’è un negozio in-game per creare ricche build durante una partita, e il breve limite di tempo significa che non ci saranno troppe volte in cui scoppiano enormi combattimenti di squadra, che sono di gran lunga il momenti più emozionanti. Nel dire questo, è ancora un po’ una risata.

Ora, c’è un elemento che ha davvero inasprito i miei pensieri sul gioco. Al momento del lancio, avevo l’impressione che Pokemon Unite non presentasse elementi pay-to-win. A quanto pare, la meccanica pay-to-win è nascosta. Tutti gli articoli nel negozio mostrano quale valuta può essere utilizzata per acquistarli. Un oggetto che viene utilizzato per aumentare l’efficacia dei tuoi oggetti detenuti (che aumentano direttamente il potere del tuo Pokemon) mostra che può essere acquistato solo utilizzando la valuta del gioco, cioè fino a quando non esaurisci detta valuta e il gioco ti chiede di spendere reale – denaro mondiale.

In breve, qualcuno che paga in contanti può massimizzare tutti gli oggetti detenuti, aumentando significativamente la sopravvivenza, i danni e altro ancora dei propri Pokemon. Per i giocatori hardcore, ci vorrà molto tempo per acquisire la valuta di gioco necessaria per farlo. Il gioco quasi incoraggia i giocatori a saltare il grind pagando in contanti. Indipendentemente dal fatto che tutti i giocatori finiranno per massimizzare i loro oggetti detenuti, questa è una meccanica pay-to-win e sembra essere volutamente nascosta.

Recensione di Pokemon Unite: una battaglia che divide

Una battaglia conflittuale

Per i fan di lunga data di Pokemon, Pokemon Unite sarà un’avventura divertente, anche se semplice, nel mondo dei MOBA. Anche coloro che hanno familiarità con i MOBA possono trovare le partite rapide e accessibili di Unite come una bella pulizia del palato. Sfortunatamente, al momento del lancio, il suo elenco limitato, la semplicità e la natura nascosta del pay-to-win non lo rendono il migliore.

Questa recensione si basa sulla copia del gioco per Nintendo Switch. Pokemon Unite è ora disponibile su Nintendo Switch con una versione pianificata per dispositivi mobili in seguito.