Condividere
Twitta
Condividere
Condividere
E-mail
Commenti

Samsung si è impegnata, come al solito, questa volta con la tecnologia delle fotocamere: è stato rivelato che l’azienda sta lavorando a una nuova tecnologia di obiettivi che consentirà alle fotocamere degli smartphone di essere più sottili e piatte, eliminando così le sporgenze.

La società lo ha chiamato Metalens e potrebbe rivelarsi la tecnologia che ci libererà definitivamente dai dossi della fotocamera nel prossimo futuro.

Questa informazione è stata rivelata da una pubblicazione sudcoreana che afferma che la tecnologia sostituisce il vetro angolato che possiamo trovare nelle normali lenti con un vetro piano, e per rifrangere la luce ad angolo retto; le nanoparticelle verrebbero posizionate tra il vetro e l’obiettivo, consentendo così ai moduli della fotocamera di essere molto più sottili che mai.

Quando il Metalens sarà pronto, Samsung lo incorporerà non solo nei propri dispositivi ma lo produrrà anche per altri marchi.
Queste nuove informazioni arrivano poco dopo la conferenza Nano Korea, che si è tenuta quest’anno a Seoul. Allora, il vicepresidente di Samsung, Lee Shi-Woo, ha affermato che la società sta esaminando l’applicazione di nano protuberanze agli obiettivi.
Oltre a ciò, Samsung punta anche a esaminare le nanostrutture per creare condensatori più sottili.

“Per 0603 MLCC (0,6 mm in orizzontale e 0,3 mm in verticale), Samsung Electro-Mechanics utilizza particelle dielettriche da 0,47 micrometri e polveri da 100 nanometri. Mira a ridurre la particella dielettrica a 0,36 micrometri entro il 2022 ea 0,30 micrometri entro il 2025. Mira a ridurre le potenze in dimensioni nanometriche a due cifre. A sua volta, mira ad aumentare la capacità del condensatore a 60,4uF per ㎣ dagli attuali 28,6uF”.

Tuttavia, Samsung non è l’unica azienda che sta esaminando questo tipo di tecnologia: un’azienda cinese nota come Shenzhen MetalenX sta lavorando a un “Ultra-Lens”. Secondo loro, lo spessore di queste Ultra-Lens sarà misurato in nanometri e micrometri, a differenza delle attuali lenti che abbiamo a disposizione, che si misurano in millimetri e decimetri.

Inutile dire che questi obiettivi imminenti saranno estremamente leggeri e la loro produzione utilizzerà un processo diverso rispetto al processo di stampaggio attualmente utilizzato per gli obiettivi che abbiamo ora. Sebbene non ci siano informazioni sul costo di produzione, molto probabilmente diminuirà in modo significativo una volta che la tecnologia avrà dimostrato di funzionare e Samsung (o Shenzhen MetalenX) inizierà la produzione di massa.

Ad ogni modo, prima o poi arriveranno smartphone più fluidi, sottili e futuristici e non vediamo l’ora di raccontarvelo.

Samsung al lavoro su un obiettivo per fotocamera per smartphone ultrasottile

Condividere
Twitta
Condividere
Condividere
E-mail