Test del router TP-Link Archer D9.

Qualche tempo fa sulle pagine di MobileWorld24.pl si poteva leggere una recensione di un router mobile. Oggi la base per il funzionamento dei dispositivi mobili è una connessione a Internet tramite Wi-Fi, motivo per cui darò un’occhiata più da vicino all’ultimo router di TP-Link. Più specificamente il modello Archer D9. Sul nostro sito Web potrai leggere alcuni articoli più interessanti relativi al Wi-Fi e allo sviluppo dell’infrastruttura di rete nei prossimi giorni. Tuttavia, oggi vedrai come funziona in pratica TP-Link Archer D9.

Contenuto della scatola

Fin dall’inizio, la scatola fa una grande impressione. È abbastanza grande, ma anche il dispositivo stesso non è il più piccolo, ma ne parleremo più avanti. Cosa troveremo nel set? Oltre al router stesso, tre antenne, un set di cablaggio, ovvero un cavo ethernet RJ45, l’altro cavo telefonico RJ11, un adattatore CA per il router stesso, un filtro ADSL, oltre a un set di istruzioni, garanzia e un piastra con i driver necessari. L’apparecchiatura in sé non è niente di speciale per gli standard del router. Tuttavia, il dispositivo “mostra un artiglio” quando andiamo alle specifiche. Abbiamo a nostra disposizione un processore dual-core con clock a 1 GHz, grazie al quale possiamo essere certi che, nonostante l’elevato numero di dispositivi collegati, non noteremo ulteriori ritardi o problemi. E cos’altro? Tutta una gamma di uscite 4 LAN, che è già una sorta di standard accettato, così come WAN (l’ultima delle quattro LAN ha una doppia funzione). Inoltre, ci sono due uscite USB. Uno nello standard 3.0 e l’altro in 2.0. Grazie a loro, possiamo collegare un’unità flash o un’unità esterna e creare da loro un server di rete locale. Collegheremo anche senza soluzione di continuità una stampante che condivideremo in tutta la rete. Come puoi vedere, il pacchetto di possibilità è davvero grande, ed è in realtà un antipasto prima del piatto principale.

Test del router TP-Link Archer D9

Design e qualità costruttiva

I produttori di apparecchiature mobili hanno capito da tempo che vale la pena creare e progettare cose belle, che in primo luogo non richiedono un design adeguato, ma soprattutto funzionalità. Il trucco è combinare le due cose. Nel caso dell’ultimo modello TP-Link Archer D9, ha funzionato: il router è semplicemente carino. Inoltre, offre molto spazio per mettersi in mostra quando si tratta di impostare tutti i tipi di funzioni. La forma del dispositivo non è delle più piccole (è notevolmente più grande del router che ho usato prima). Tuttavia, alcuni semplici trattamenti rendono il tutto non goffo, anzi. Prima di tutto, il dispositivo è stato mantenuto in colori vivaci: la combi___one del bianco con elementi grigio chiaro si adatta molto bene. In secondo luogo, la maggior parte del router è di plastica. Fortunatamente, questi sono di alta qualità e l’intero pannello frontale è inoltre realizzato in plastica lucida. Inoltre, i suoi bordi erano leggermente arrotondati. Il tutto sembra moderno. L’unico grande inconveniente dell’intero design è il piede che mantiene il router in posizione verticale. Peccato che non sia pieghevole, quindi potremmo anche mettere il dispositivo in orizzontale o addirittura appenderlo al muro. Sì, purtroppo non abbiamo la possibilità di modificare la posizione del router. Tuttavia, il secondo problema leggermente minore relativo allo stand stesso è l’accesso alle uscite stesse, che è alquanto difficile. D’altra parte, una costruzione così rigida garantisce un’ottima stabilità del dispositivo. Inoltre, grazie ai piccoli piedini antiscivolo, la fresatrice non ha il diritto di scivolare nemmeno da una superficie scivolosa.

Davanti, a parte il logo TP-Link, c’è un intero set di LED. Si trovano sul bordo superiore del dispositivo, si illuminano di blu. Andando da sinistra abbiamo i LED: alimentazione, ADSL, connessione Internet, due per il funzionamento in rete nelle frequenze 2,4 GHz e 5 GHz, WPS, LAN e alla fine USB. Sul retro del dispositivo troviamo tutte le uscite e gli interruttori. Dal lato sinistro otteniamo l’uscita ADSL per il collegamento del cavo telefonico RJ11 al router, due pulsanti, uno contrassegnato con WPS, ovvero la possibilità di configurare rapidamente la rete, e il secondo pulsante serve per disattivare il Wi-Fi stesso . Poi abbiamo un’uscita USB 3.0, oltre a quattro uscite LAN (l’ultima funziona anche come uscita WAN), un pulsante di accensione/spegnimento. Alla fine, l’uscita attraverso la quale colleghiamo il dispositivo alla rete. Inoltre, sul bordo destro del dispositivo troviamo una seconda porta USB, ma questa volta 2.0 anche un pulsante di reset, che permette di riportare rapidamente il dispositivo alle impostazioni di default. Sul bordo superiore, tanto per cambiare, abbiamo spazio per tre antenne direzionali esterne.

Test del router TP-Link Archer D9

Software

Insieme al set, riceviamo un CD di installazione, sul quale abbiamo un breve manuale di installazione passo-passo con i driver necessari. Tuttavia, non sono particolarmente convinto dei dischi, quindi in questo caso ho deciso di configurare tramite browser. Il processo stesso si è svolto senza problemi, in modo rapido ed efficiente. Sono rimasto un po’ deluso in una cosa però. Il manuale è stampato interamente in polacco, ma la pagina di configurazione è in inglese. Fortunatamente, è stato preparato in modo tale da cercare intuitivamente le funzioni giuste e la configurazione dell’apparecchiatura non dovrebbe causare problemi anche alle persone meno familiari con l’argomento. Quando si tratta di software aggiuntivo per la gestione della rete, sulla scheda stessa non troveremo altro che i driver necessari. Tuttavia, nel caso di configurazione tramite CD, tutti gli elementi sono stati tradotti in polacco. L’unica opzione per installare software aggiuntivo è l’applicazione per smartphone Tether, che purtroppo presenta alcune restrizioni. Prima di tutto, non supporta ancora tutti i router TP-Link disponibili. Anche se è nell’elenco dei dispositivi supportati, dobbiamo anche aggiornare il nostro router all’ultimo firmware. Tuttavia, l’applicazione stessa offre diverse opzioni utili, come il blocco di un utente specifico o la possibilità di attivare rapidamente il Wi-Fi per gli ospiti. È importante sottolineare che il programma è stato completamente polonizzato.

Capacità e funzioni

Archer D9 ti offre un’intera gamma di possibilità quando si tratta di funzioni aggiuntive. Ora, sempre meno spesso, un router Wi-Fi distribuisce solo il segnale Internet. Abbiamo anche la possibilità di condividere una stampante, collegare un’unità flash USB o un’unità esterna. Grazie al quale creeremo un’unità di rete. Possiamo anche creare reti per gli ospiti su entrambe le frequenze o limitare l’accesso a Internet per i nostri figli. TP-Link in questo modello ci ha fornito due connessioni USB. Uno funziona con lo standard 2.0, l’altro funziona con 3.0. Dopo aver inserito la chiavetta nel router, i dati contenuti in questa memoria di massa sono disponibili per tutti i dispositivi della rete. Naturalmente, possiamo aggiungere più utenti o bloccare l’accesso a singoli elementi. Ci sono molte opzioni e abbiamo il pieno controllo sui singoli elementi. Mi manca un software aggiuntivo che semplificherebbe l’accesso e la gestione della nostra unità di rete. Affidarsi alle soluzioni Windows non sempre funziona. Com’è il trasferimento dei dati in questo caso? Molto buona. Per i test ho utilizzato il mio laptop, un adattatore esterno TP-Link Archer T4U (collegato al computer tramite una porta USB 2.0) e un’unità flash Kingston USB 3.0. Puoi vedere i risultati qui sotto.

Test del router TP-Link Archer D9

La seconda opzione è creare una rete ospite. Come queste reti Wi-Fi di base, possiamo eseguirle nelle frequenze 2,4 GHz e 5 GHz. Questa funzione è interessante quando utilizziamo un router in un ufficio o in una piccola azienda dove vorremmo separare l’accesso alla rete per i clienti. L’installazione è semplice e non causa troppi problemi. TP-Link si è anche occupata di proteggere adeguatamente i nostri figli da Internet. Possiamo impostare l’ora in cui il bambino avrà accesso al Web o aggiungere siti Web a cui vorremmo limitare l’accesso. Ci sono molte opzioni e possiamo influenzare ciò che un bambino guarda su Internet. Nulla impedisce di limitare la possibilità di scaricare file o utilizzare la rete stessa per un determinato dispositivo connesso alla rete. Infine, qualche parola sulla condivisione della stampante. La configurazione è semplice, basta abilitare l’opzione appropriata nelle impostazioni e il resto avviene quasi da solo. La stampante (ovviamente, se abbiamo precedentemente installato i driver per essa) dovrebbe essere rilevata come dispositivo di rete e quindi possiamo stampare attraverso la nostra rete.

Comunicazione

Archer D9 è un modello che supporta l’ultimo standard 802.11ac, grazie al quale dovrebbe soddisfare anche gli utenti più esigenti. Ad essere onesti, l’intera faccenda è impressionante. Il router funziona su due bande da 2,4 GHz, che ci danno una velocità di trasferimento di 600 Mb / se la seconda frequenza da 5 GHz è la capacità di trasferire dati a una velocità fino a 1300 Mb / s. In totale, può darci una velocità fino a 1900 Mb / s contemporaneamente. Questi numeri sono impressionanti e fuori dalla portata della maggior parte dei mortali, ma anche la connessione più veloce sarà gestita da questo router senza problemi. Qual è allora la portata di queste reti Wi-Fi? Lascia che te lo dica, è molto meglio di prima. Nel mio caso ho usato a casa un Linksys logoro, che a fatica copriva tutta la casa. Innanzitutto per il servizio di un totale di tre piani. Ora, dopo aver acceso il nuovo router, la situazione è notevolmente migliorata, anche se è ancora un po’ lontana dall’ideale. A causa di una costruzione in casa mia, le scale, c’erano problemi con la portata della rete Wi-Fi. Finora il segnale che passava da un lato è stato molto debole. Ora è almeno la metà migliore e non ci sono problemi nella posizione verticale del router stesso. La portata è eccellente anche due piani sotto il dispositivo. Inoltre, il produttore vanta una nuova tecnologia che è stata implementata in questo modello. Il suo funzionamento è meglio illustrato dal grafico sottostante. Come funziona effettivamente questo elemento è stato difficile per me dire, perché non avevo la possibilità di misurare l’intensità della rete prima e dopo aver trovato il dispositivo nella rete e aver diretto il raggio. A proposito di connettività, vale la pena ricordare quanti dispositivi sono effettivamente in grado di gestire questo router contemporaneamente. Durante il periodo di test, ho avuto un massimo di 13 dispositivi collegati contemporaneamente – 5 laptop, 5 smartphone, 2 tablet e una stampante, e con questo numero le connessioni erano ancora stabili. È stato possibile divertirsi e navigare tranquillamente in Internet senza alcun ostacolo.

Test del router TP-Link Archer D9

Per riassumere, TP-Link Archer D9 è un dispositivo di grande successo. Offre molte opzioni per personalizzare le impostazioni, oltre ad alcune utili funzioni aggiuntive, come la creazione del proprio file server con l’uso di USB 3.0. Inoltre, il router ha un bell’aspetto ed è realizzato con materiali di alta qualità. Possiamo facilmente utilizzare questo modello in piccole aziende o uffici. Certo, non c’è rosa senza spine. Posso solo scegliere l’aspetto leggermente arcaico dell’interfaccia del browser, la mancanza di software aggiuntivo per gli utenti meno avanzati. Questi non sono errori che potrebbero incidere su un dispositivo di grande successo. Dovremo pagare circa PLN 600 per TP-Link Archer D9, ma per questo prezzo otteniamo un set completo di vari componenti aggiuntivi, grazie ai quali abbiamo un maggiore controllo sulla nostra rete, nonché le velocità di trasferimento dati più elevate possibili . Sfortunatamente, devi pagare un po ‘per le chicche, ad esempio, se non ti interessa la versione USB 3.0, troverai un Archer D7 notevolmente più economico (con modem ADSL) o C7 senza di essa. Nella sua offerta, TP-Link ha almeno alcuni router interessanti a prezzi accessibili.

Se hai intenzione di espandere la tua rete Wi-Fi domestica. TP-Link ha preparato una promozione speciale, in cui quando acquisti un modello del router della serie Archer, ricevi un adattatore Wi-Fi Archer T4U gratuito del valore di circa 130 PLN. La promozione dura fino alla fine di ottobre e ulteriori informazioni possono essere trovato al link.