Dormire correttamente è importante per la salute mentale e fisica quanto fare sport o mangiare correttamente. Tuttavia, tendiamo a stare molto meno attenti con quelle ore di sonno che con le ore di veglia.

Per alleviare questo problema, ogni volta compaiono nuovi dispositivi che ci assistono nel compito di andare a dormire, svegliarsi e persino mantenere un sonno regolare. Con il nuovo aggiornamento di watchOS 7, ora arriva la nuova app Sleep that ha molte caratteristiche interessanti in questo senso. Una funzione che non è esclusiva di modelli come l’Apple Watch Series 6, ma è compatibile con tutti gli orologi che supportano questa versione software.

Cosa succede se dormi male

Non dormire a sufficienza è pericoloso e smettere di dormire è decisamente letale. In questo senso c’è una malattia estremamente rara (è stata riscontrata solo in alcune famiglie), chiamata Insonnia Familiare Fatal (IFF), che costringe la persona a vivere in uno stato di sonnolenza ma non dorme mai completamente. Infine, la persona entra in coma.

In effetti, nel complesso, le persone che dormono meno di sei ore ogni notte hanno il 12% in più di probabilità di morire prematuramente. La mancanza di sonno riduce la secrezione di leptina, un ormone che sopprime l’appetito e aumenta i livelli di grelina, un ormone che stimola l’appetito, quindi può farci diventare sovrappeso.

Un altro studio pubblicato sul British Medical Journal (BMJ) suggerisce che le persone che sono private del sonno per lunghi periodi di tempo sono meno attraenti, poiché sviluppano caratteristiche facciali sgradevoli, come occhiaie o borse sotto gli occhi.

Il sonno migliora la capacità potenziale di alcune cellule immunitarie del corpo, secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of Experimental Medicine. Dormire poco può anche aumentare il numero di pensieri negativi che illuminiamo, secondo uno studio condotto dai ricercatori della Binghamton University.

Cronotipi: che tipo di sognatore sei?

Il sonno è regolato da processi circadiani e omeostatici che interagiscono per determinare i tempi e la durata del sonno. Salute, esercizio fisico, lavoro pesante e persino stress mentale sono fattori che possono influenzare la durata del sonno. Anche i tuoi geni, che modellano il tuo cronotipo, giocano un ruolo.

Il cronotipo è la predisposizione naturale che ogni persona ha in un determinato momento della propria vita a vivere picchi di energia o momenti di riposo a seconda dell’ora del giorno. Cioè, ci saranno persone che sono più attive al mattino come prima cosa al mattino, e altre che impiegheranno più tempo per essere, o anche più attive di notte. Sono le cosiddette “allodole” (tendono ad alzarsi presto naturalmente) e le “civette” (si alzano più tardi). Inoltre, è importante notare che non siamo sempre gufi o allodole, ma che il cronotipo varia in base all’età: da adolescenti, ad esempio, siamo più gufi, ma invecchiando, tendiamo ad essere più allodole.

È difficile determinare una quantità ottimale di sonno perché ci sono variazioni estreme, tuttavia la maggior parte dei ricercatori del sonno generalmente concorda sul fatto da sette a nove ore di sonno è l’ideale. Tuttavia, si consiglia una serie di linee guida:

  • Usa un diario del sonno che indichi l’ora in cui siamo andati a dormire e l’ora in cui ci siamo alzati, nonché una valutazione della qualità del sonno e di come ci siamo sentiti durante la giornata.
  • Vai a letto quando sei stanco o assonnato.
  • Mantieni un programma di sonno regolare ogni giorno della settimana.
  • Lascia che il corpo si svegli naturalmente, senza usare una sveglia, se possibile.
  • Cerca di essere alla luce del sole naturale durante il giorno.
  • Evita i social media a letto. Anche lo smartphone, anche la televisione, sempre alla ricerca del buio assoluto.

Per tutto questo watchOS 7 può darci una mano.

Questa è l’app Sleep di watchOS 7

La nuova app Sleep in watchOS 7 non solo registrerà per quanto tempo dormi e se dormi correttamente, ma è anche progettata per rilassarti più facilmente mentre si avvicina l’ora di andare a dormire.

Questa nuova modalità Wind Down funziona con il tuo iPhone in modo che, 45 minuti prima dell’ora di andare a dormire programmata (il periodo suggerito), né l’iPhone né l’Apple Watch ci mostrano notifiche per impedirci di essere distratti e la nostra mente si disconnette. In effetti, lo schermo dell’Apple Watch e dell’iPhone mostrerà l’ora e la sveglia solo se li tocchiamo, niente di più, e per il resto del tempo avranno gli schermi completamente spenti.

Questo è molto interessante, perché uno studio del Rensselaer Polytechnic Institute ha suggerito che la melatonina si riduce del 23% con due ore di esposizione a dispositivi tecnologici che emettono luce. Uno studio pubblicato su Nature ha anche evidenziato quanto sia stato dannoso per la nostra salute circadiana. lo sviluppo della luce elettrica.

Quando arriva l’ora assegnata per la sveglia, l’Apple Watch vibrerà leggermente se lo hai in silenzio, oppure suonerà un leggero allarme se è in modalità suono. E la batteria? Sullo schermo apparirà un avviso che ti consiglia di caricare l’orologio in base alla carica residua.

Offre inoltre la possibilità di creare scorciatoie personalizzate per andare a dormire, ad esempio per mettere su musica rilassante o attivare automaticamente la modalità ‘Non disturbare’.

L’app Sleep ci offre anche una serie di dati sul nostro sonno che possiamo consultare dalla stessa app Apple Watch o dall’app Salute, dove appariranno dati più dettagliati.

L’Apple Watch utilizza i micro movimenti dell’accelerometro dell’orologioche varia in funzione della respirazione durante il sonno, per rilevare che l’utente sta dormendo e registrare le ore di riposo ogni notte.

Questi dati sono rappresentati in un grafico che, in azzurro, indica l’ora in cui andiamo a letto e ci alziamo, e in blu scuro l’ora esatta in cui abbiamo dormito. Numericamente, di seguito, siamo dettagliati nel tempo totale in cui siamo stati a letto e il tempo totale in cui siamo stati addormentati. Ci dice anche se siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi prefissati, come incentivo basato sulla gamification. Infine, nella parte in alto a destra possiamo aggiungere i dati manualmente.

Sono ancora dati elementari, dal momento che non vengono offerti cicli di sonno profondo o sonno leggeroNé c’è la possibilità di impostare una sveglia intelligente che ci sveglia proprio quando siamo in un sonno leggero piuttosto che in un sonno profondo. Questo sarebbe stato interessante, perché il nostro sonno è ciclico ed è suddiviso in cicli di circa 90 minuti che si ripetono durante le otto ore consigliate che trascorriamo dormendo, potendo concatenare da quattro a sei cicli di seguito. In questo modo, una sveglia intelligente che tenga conto di questi parametri eviterà di svegliarti nel sonno profondo, così avrai maggiori probabilità di svegliarti riposato e più energico.

Non ci troviamo quindi di fronte a funzioni nuove o più complete. Ma mentre altre app di terze parti incorporavano già funzionalità di monitoraggio del sonno, la novità è che Apple Watch finora non aveva un’applicazione ufficiale. Nonostante tutto, la funzione di analisi del sonno di Apple Watch che incorpora watchOS 7 offre una visione completa del sonno con strumenti che ti aiutano a dormire meglio, andare a letto a un’ora prestabilita, creare una routine per andare a letto, ecc. Sebbene incorpori il iPhone a questa funzione offre vantaggi, per godere di queste funzionalità dobbiamo avere l’Apple Watch, perché l’iPhone da solo non è in grado di misurare il nostro sonno.

Com’è la tua configurazione iniziale

Per eseguire la configurazione iniziale, apri l’app Salute su iPhone e vai su “Configura sonno”. In questo modo, puoi introdurre alcune delle tue abitudini di sonno: il tuo miglior programma di sonno e momenti di relax, in pratica.

Una volta abilitata la “Modalità riposo”, tutte le notifiche e le distrazioni su iPhone e Apple Watch vengono disabilitate e lo schermo si spegne completamente. Per vedere l’ora devi premere una volta la corona digitale. Per sbloccare l’orologio, la corona dovrà quindi essere ruotata in modo simile allo sblocco del dispositivo dopo aver abilitato la modalità acqua.

Quando scegli un momento per dormire e svegliarti, per ogni giorno possono essere indicati orari diversiAd esempio, se alcuni giorni della settimana dobbiamo alzarci prima per andare in palestra o nei fine settimana vogliamo dormire più a lungo.

Una volta che è ora di dormire, ti verrà ricordato con un messaggio di buona notte sullo schermo e verrà attivata la modalità sonno, consentendo solo l’accesso alle applicazioni relax.

Quando iPhone è in modalità Sospensione, vengono applicate le impostazioni “Non disturbare”. È possibile modificare queste impostazioni; ad esempio, puoi consentire l’arrivo di chiamate o messaggi da determinati contatti di emergenza. Per fare ciò, devi aprire Contatti; seleziona un contatto, quindi premi Modifica; premere “Suoneria” o “Suoneria SMS” e quindi attivare “Eccezione emergenza”.

Aspetti da migliorare nelle versioni future di watchOS

Questo è un primo approccio ad un’app ufficiale, e di conseguenza deve ancora crescere progressivamente.

Naturalmente, ci aspettiamo miglioramenti nelle versioni successive di watchOS in quanto è un’app che sta interessando molti utenti e che finisce per adottare alcune delle funzionalità dei suoi concorrenti, e ci sorprende anche con alcune inedite. Comunque sia, qui elenchiamo alcuni aspetti che indubbiamente watchOS dovrebbe migliorare nelle versioni successive:

  • Lo studio del sonno è molto semplice perché l’Apple Watch non può acquisire dati sulla frequenza cardiaca per ore specifiche o movimenti a letto, lasciando il microfono dell’iPhone come unica fonte di dati, che catturerà i suoni che vengono prodotti durante il sonno. Anche i dati sull’utilizzo dell’iPhone vengono presi in considerazione nel senso che potresti tenerli o meno, ma non che potresti dormire o meno.
  • In altre parole, Apple Watch non sa automaticamente quando ti addormenti, ma è l’utente che lo indica manualmente (inserendo l’ora di coricarsi e l’ora della sveglia).
  • A differenza di altre applicazioni, non interpreta i dati per te, ma è l’utente che legge i dati e trae le proprie conclusioni.

Insomma, il nuovo App per dormire che ci è arrivato con il nuovo aggiornamento di watchOS 7 ha permesso ad Apple Watch di avere già una propria applicazione ufficiale e, sebbene debba ancora migliorare, ci offre già un’interessante visione completa del sonno con strumenti che ci aiutano a dormire meglio, andare a letto a un’ora prestabilita o creare una routine per andare a letto, tra le altre opzioni.